STORIE

HomeMagazineFoodDove mangiare

Ceci siciliani per uno street food a domicilio: Stefano e lo "sfizio" di restare a Palermo

L'amore per la Sicilia è stato più forte. Così Stefano D'Antoni ha deciso di rimanere a Palermo e lanciare un suo progetto imprenditoriale basato sul "made in Sicily"

  • 22 aprile 2020

Stefano D'Antoni

Ciao tedeschi, la Germania può aspettare. Sempre più spesso negli ultimi tempi leggiamo storie di giovani siciliani (imprenditori e non) che, pur avendo la possibilità di emigrare e fare fortuna all'estero, scelgono di rimanere nella nostra amata Isola. Nulla di nuovo fin qui, dunque.

Tuttavia nella storia di Stefano la scelta di rimanere nella sua amata Palermo è stata anche il pretesto (e l'occasione) per trovare il coraggio di percorrere quella strada che in qualche modo era già segnata nel suo passato.

Sì, perchè nella vita professionale di Stefano D'Antoni - oggi titolare di un laboratorio artigianale di street food palermitano - la farina di ceci è sempre stato un ingrediente protagonista. Per capirne la storia, occorre fare un piccolo passo indietro.

«Per circa 10 anni ho lavorato in una fabbrica che produce farina di ceci a Palermo - racconta -. Motivo per il quale conosco tutti i passaggi lavorativi che subisce il cece sin dalla sua coltivazione e fino alla riduzione in farina». Quando Stefano lascia l'azienda nel 2015 l'idea era quella di mollare tutto e trasferirsi in Germania dove sicuramente le opportunità di lavoro e di crescita professionale non sarebbero mancate. L'amore per la Sicilia però è stato più forte.



E così, dopo un'analisi e uno studio accurato del mercato, Stefano decide di sfruttare quelle conoscenze maturate in fabbrica e utilizzarle per l'avvio del suo progetto imprenditoriale. Nasce così nel 2017 "Sfiziodì", una piccola azienda artigianale con sede a Mondello produttrice del cibo simbolo dello street food palermitano: panelle e crocchè.

«Devo molto alla mia esperienza lavorativa pregressa in fabbrica - aggiunge Stefano - che mi ha permesso di acquisire la conoscenze che oggi impiego in quello che faccio».

Ma c'è una differenza tra le sue panelle e quelle che venivano preparate con la farina prodotta in fabbrica: i ceci utilizzati da Stefano sono coltivati rigorosamente in Sicilia. Un modo per sottolineare ancora una volta il legame con la sua terra.

Legame che lo ha portato a cercare e trovare dei fornitori di farine che coltivano i ceci proprio nel cuore della Sicilia e, in particolare, a Catenanuova in provincia di Enna dove una piccola azienda coltiva, raccoglie e macina a pietra i ceci regalando così al prodotto finale una qualità che fa la differenza.

Made in Sicily, alta qualità e conservazione garantita del prodotto sono le parole d'ordine che regolano il laboratorio "Sfiziodì". «Le panelle e le crocchè che confezioniamo in azienda sono prodotte "a richiesta" - spiega Stefano -. Questo ci permette di mantenere un riciclo di prodotti che mantengono intatta la freschezza del "fatto in giornata"».

Ed è per questo motivo che le consegne, in vaschette sottovuoto, vengono effettuate secondo uno specifico calendario: ogni martedì e giovedi durante l’intera giornata e il sabato, solo di mattina.

Per effettuare la propria ordinazione di panelle e crocchè a domicilio basta contattare l'azienda attraverso la pagina Facebook Sfiziodì o chiamando al numero aziendale e Whatsapp 328 5903439.

ARTICOLI RECENTI