STORIE

HomeMagazineSocietàStorie

"Cura" l'anima con il trucco: la make up artist siciliana che aiuta le donne affette dal cancro

Avere tutti i segreti del make up nelle sue mani le ha permesso di vestire i panni di un supereroe. La prima "paziente" di questa giovane donna di Carlentini è stata sua madre

Marta Pezzino
Blogger e fashion lover
  • 6 febbraio 2022

Roberta Ossino e sua madre

A volte la vita mette davanti degli ostacoli, più o meno difficili da superare. Si cerca di affrontarli nel miglior modo possibile, anche quando non si è i protagonisti diretti della storia ma ci si trova coinvolti ugualmente.

Roberta Ossino, 26enne di Carlentini, un piccolo comune in provincia di Siracusa, ne è la prova. Sin da quando era piccola ciò che fa palpitare di più il suo cuore è il mondo del make up. Ne è sempre stata così affascinata da iniziare ad imparare le tecniche da autodidatta per poi iscriversi presso la MakeUp Studio Lab di Catania che le ha permesso di crescere professionalmente e non solo.

Avere tutti i segreti del make up nelle sue mani le ha permesso di vestire i panni di un supereroe. Grazie al grande potere del trucco, è riuscita a riempire di gioia il cuore della sua mamma, Maria Rizzo, venuta a mancare un anno fa a causa di un tumore.

Roberta e Maria avevano un rapporto viscerale legato da un amore profondo e da una forte sintonia. Nonostante la forza e l’indescrivibile tenacia di Maria, Roberta è diventata un supporto per sua mamma che ha lottato per anni contro la malattia. La perdita dei capelli e delle sopracciglia, la comparsa di occhiaie e macchie sul viso sono state come un grande tonfo al cuore per Maria. Si sentiva cambiata e questo non era facile da accettare.



Il sentirsi impotente non è una caratteristica che si addice a Roberta infatti è grazie al suo dono e alla sua passione per il make up che ha trovato una piccola ma grande soluzione al problema che Maria stava affrontando.

Così Roberta ha iniziato a regalare momenti di leggerezza e spensieratezza a sua mamma impegnando i loro pomeriggi a divertirsi davanti allo specchio, tra pennelli, palette di ombretti, rossetti e tutto ciò che potesse permettere a Maria di accettarsi e amarsi.

Dopo la morte di sua madre, Roberta non si è fermata. Sentiva la necessità di aiutare anche le altre donne, così come ha fatto con sua mamma. «L’anno scorso, in un momento di disperazione, ho sentito bisogno di dover fare qualcosa. Così ho scritto un post su Instagram in cui dicevo di offrire una lezione di trucco gratuita per chi, come me, stesse passando questo periodo - ha raccontato Roberta -. Fare del bene fa stare bene. Truccare o aiutare qualcuno, nel mio piccolo, magari può far sorridere qualcuno come facevo sorridere mia mamma» ha aggiunto.

È così che, nel 2021, nasce l’iniziativa “Bella sempre” grazie anche al supporto della psicologa Ludovica Pulvirenti. «So quanto sia importante un percorso psicologico durante un periodo del genere. Quindi ho deciso di contattare questa psicologa del mio paese per cercare di sensibilizzare ancor di più le donne» ha affermato Roberta.

«Il focus sono le sopracciglia perchè sono la parte più evidente. Io insegno a ricostruire un sopracciglio da zero. Poi insegno a coprire occhiaie, rossori e tutto ciò che può manifestarsi dopo la chemio e, chiaramente, altri segreti per rendere un occhio più particolare».

In questo modo Roberta cerca di curare non solo l’immagine delle donne affette da cancro ma anche la loro anima donando gli stessi momenti di frivolezza che regalava a sua mamma. Sentirsi confortati, capiti e coccolati, anche con un buon make up, diventa una cura essenziale che aiuta ad allontanare per un po' i pensieri nocivi, e questo non può che giovare.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE