STORIE

HomeMagazineLifestyleStorie

Da Mussomeli a Londra: Clelia, la siciliana che "recluta" per conto dei colossi della moda

Ha trent'anni e il suo percorso è costellato da traguardi raggiunti e sacrifici fatti. Clelia Strazzeri è una "dreamer", tenace che oggi lavora con i brand top del lusso

Anna Rita Donisi
Appassionata di cultura e comunicazione
  • 21 ottobre 2021

Clelia Strazzeri

Amo raccontare storie che possano ispirare le altre persone e questa è una di quelle. Clelia Strazzeri è una dreamer, tenace come pochi se si pensa a tutti i suoi coetanei che vivono nel precariato in Italia o in limbi esistenziali.

Lei è siciliana, di Mussomeli e dal suo paese del centro Sicilia ha fatto le valigie ed è volata a Londra. Ha 30 anni , vulcanica e creativa da sempre, il suo percorso ed è costellato da traguardi raggiunti e sacrifici fatti.

È una ragazza determinata Clelia che ama la sua terra e ancora di più sua nonna che si chiama Clelia come lei. Parlando con lei durante l'intervista, di telefonata in telefonata mi viene da pensare al "se puoi sognarlo puoi farlo" di Walt Disney, ci racconta come ha coronato il suo sogno puntando su formazione ed esperienza.

Così oggi, dopo una lunga selezione, è stata assunta nel ruolo di resourcing consultant della società Elite Associates, una delle aziende più importanti a livello mondiale che si occupa di selezionare, reclutare e formare, il personale della consulenza del settore della moda per i colossi di lusso. Parliamo di brand top come Gucci, Coco Chanel, Louis Vuitton, Dior,Prada, Versace e molti, molti altri.



Un percorso umano, professionale e formativo che le ha consentito di trovare la sua dimensione a Londra, dopo una laurea in progettazione della moda, lei ci racconta, «la mia esperienza è figlia delle mie passioni. Tutto parte dall'amore per la moda. Dopo essermi laureata all'accademia di belle Arti di Palermo, in fashion design ho intrapreso contemporaneamente diverse altre strade, una delle esperienze più affascinanti è stata quella lavorare come costumista teatrale al teatro Massimo di Palermo. Ho anche collaborato a diversi eventi a livello culturale,a livello dei beni culturali e dei musei.

Una volta a Londra ho continuato i miei studi, ho perfezionato l'inglese e continuato a perfezionarmi nel settore moda e poi ho studiato HR. Adesso mi trovo qui, ad assumere per i più grandi marchi di lusso del mondo. È un'esperienza che sto vivendo benissimo, ovviamente è molto faticosa, perché la mia giornata è quasi del tutto assorbita dal mio lavoro.

Per le mansioni che svolgo, devo selezionare candidati per tutta l'Europa sia per la sezione marketing che per gli office che per gli store».

Le chiediamo dove si immagina tra dieci anni e ci confessa che il suo sogno è quello di diventare un HR per tutta l'Europa e gestire una divisione italiana per un marchio italiano.

A chi sogna e i tiene i suoi desideri in bella vista anziché in un cassetto, dice «credici, fai e rifai, se ci credi puoi arrivare dove vuoi! Certo costerà fare tanti sacrifici ovviamente, ma lo sappiamo nella vita c'è sempre un compromesso. Io come tanti altri ragazzi e ragazze ho dovuto lasciare la mia patria, i miei amici e la mia famiglia con la mia amata super nonna Clelia, però sono arrivata dove volevo”.

Le chiediamo cosa le manchi di più e senza pensarci due volte dice «l'umanità, il calore e l'affetto delle persone».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI