PROGETTI

HomeMagazineTerritorio

Dal porto al Politeama passando per via Belmonte: da luglio Palermo cambia faccia

Via Amari, via Principe di Scordia e via Principe di Belmonte si uniscono in una gigantesca isola pedonale: dal porto al Politeama aree verdi, panchine e arredo urbano

Balarm
La redazione
  • 17 aprile 2019

Uno dei render del progetto di pedonalizzazione permanente di via Emerico Amari a Palermo

Una nuova area pedonale con panchine e aree verdi sta per sorgere in quel tratto basso di via Emerico Amari che da diversi anni è comunque bloccato per i cantieri dell’anello ferroviario.

E non solo: è prevista anche una zona a traffico limitato in via Montalbo nei giorni feriali per valorizzare il mercato della zona. Sono questi i primi pasis della seconda tranche dell'assessorato di Giusto Catania, di nuovo alla Mobilità nella giunta di Leoluca Orlando.

L’area pedonale dal centro fino al porto, passa quindi da via Principe di Belmonte, via Principe di Scordia e via Amari viene proposto come una sorta di "rambla" barcellonese: permanente, creerebbe quindi un collegamento con l'area già da tempo pedonale di via Principe di Belmonte.

Un provvedimento che interessa quindi via Amari (tratto via Crispi e via Principe di Scordia), via Principe di Scordia (tratto via Amar e via Principe di Belmonte) e dalla via Principe di Belmonte (tratto via Principe di Scordia e via Ruggero Settimo), che costituiranno un "unicum" per i turisti provenienti dall'uscita principale del porto sulla via Crispi.

L’altro provvedimento è, dicevamo, su via Montalbo, tra le vie Di Bartolo e Antonello da Messina, la cui pedonalizzazione era stata chiesta anche dalla Sesta commissione consiliare. Già oggi il mercato c'è dalle 8 alle 20 dal lunedì al sabato e dalle 8 alle 15 il mercoledì.

Per il sindaco «I due provvedimenti, non casualmente contemporanei, sottolineano l'importanza strategica che le pedonalizzazioni rivestono per la nostra amministrazione: strumenti per la riqualificazione urbana, per la vivibilità di residenti e commercianti, per il rilancio economico delle aree. Ancora una volta, l'elemento che unisce questi due interventi è la forte richiesta venuta proprio da chi vive e lavora in quelle aree a conferma del fatto che sulla limitazione del traffico come elemento di sviluppo ormai a Palermo si è compiuto un cambio culturale».

«Vogliamo dare nuovo impulso al percorso di sempre maggiore diffusione delle aree pedonali anche fuori dal Centro storico - dice invece Giusto Catania - Ormai è chiaro a tutti che questi provvedimenti portano benessere, benessere fisico per la maggiore vivibilità e qualità delle zone interessate e benessere economico perché diventano strumenti per aiutare l'impresa».

I lavori per questa "rambla" su via Amari partiranno immediatamente, dice il vicesindaco Fabio Giambrone.

«Grazie alla collaborazione con la Camera di Commercio - continua Giambrone - che ha redatto un progetto di massima per la sistemazione dell'area, vedranno una riqualificazione completa, con il posizionamento di elementi di arredo urbano, piante ed illuminazione. In base ai tempi di fornitura dei materiali - conclude - speriamo di poter concludere i lavori entro la fine di luglio».

articoli recenti