ITINERARI E LUOGHI

HomeMagazineTurismoItinerari e luoghi

Dalla spiaggia di Carratois a Punta delle Formiche: sembrano i tropici ma è la Sicilia

L'ultimo lembo della parte orientale della Sicilia è riservato a chi ama scoprire luoghi di mare selvaggi. Vi portiamo nella spiaggia di Carratois e alla Punta delle Formiche

Simona Russo
Giornalista
  • 29 maggio 2021

La spiaggia di Carratois

L'ultimo lembo della parte orientale della Sicilia è riservato a chi ama scoprire luoghi di mare selvaggi e incontaminati. Oltre le dune scolpite dallo scirocco e dal grecale, oltre i vigneti e gli ulivi del primo entroterra, spuntano oasi naturali e borghi di pescatori.

Lasciando alle spalle Siracusa per seguire le indicazioni per Noto-Pachino, ci si inoltra all’interno di un paesaggio arso dal sole ma che profuma di agrumi e fichi d’india. Continuando a sud lungo la costa troviamo la spiaggia di Carratois, un gioiello imperdibile dal nome tropicale: sabbia color oro, orizzonti senza fine con l’Isola delle Correnti sullo sfondo e mare che più azzurro non si può.

È una prosecuzione naturale della spiaggia che fronteggia l’Isola delle Correnti, e si estende fino a Punto Rio. Una sorta di piscina naturale con fondale molto basso, ideale anche per i più piccoli, e per incontrare il blu cobalto delle acque più profonde bisogna nuotare per diversi metri verso il largo.



Le caratteristiche climatiche di questo tratto di costa sono l’ideale per praticare windsurf, surd e kite surf: non è raro infatti vedere una processione di vele colorate anche nei weekend invernali.

La spiaggia è sia libera che attrezzata con più lidi, circondata da dune bianche scolpite dai venti e che inevitabilmente ci fanno pensare all’Africa, non molto distante da qui, come la luce dei caldi tramonti che questo tratto di costa regala ogni giorno.

È una delle pochissime spiagge nel comprensorio di Eloro ad affacciarsi sul Mar Mediterraneo-Canale di Sicilia. Questo è il motivo che fa di questa spiaggia il posto ideale per vedere il sole "morire" a mare.

La spiaggia, ubicata in Contrada Carrata, è raggiungibile da varie traverse della strada SP8 Pachino – Maucini – Portopalo. Percorrendo in auto la SS114 Siracusa- Noto e seguendo le indicazioni per Portopalo e poi per l’Isola delle Correnti, si arriva davanti ad un cartello colorato che indica la spiaggia di Carratois.

La strada da percorrere è sterrata e di un bianco abbagliante, la si attraversa tutta fino al parcheggio. Oltrepassate le dune, ecco il paradiso.

Sempre nel territorio di Pachino, che è un piccolo comune in provincia di Siracusa famoso per il suo pomodoro, c’è un’altra splendida spiaggia ancora più "estrema": Punta delle Formiche. Questo tratto di costa è incontaminato e affascina per la conformazione e la bellezza del paesaggio.

Siamo nei pressi del cosiddetto Pantano Ponterio, ai confini con Portopalo di Capo Passero e sul cui sfondo si staglia sempre l’Isola delle Correnti.

Nei pressi della spiaggia è presente un contesto naturalistico molto suggestivo con alcuni ambienti lacustri tutelati, infatti ci troviamo all’interno della Riserva Naturale Orientata Pantani. Questo tratto di costa è caratterizzato dall’alternarsi di rocce, grotte e spiagge di sabbia finissima, con dune e macchia mediterranea incastonati in un paesaggio di serre.

Il nome sembra essere dovuto alla particolare disposizione degli scogli che dalla terraferma si allungano verso il mare, via-via riducendosi di dimensione, e dall’alto sembrano formare una piccola colonna di formiche. Punta delle Formiche è costituita da roccia arenaria affiancata da un lembo di spiaggia, che si estende per circa 800 metri, incorniciata da rocce bianche e un mare cristallino color cobalto che fa pensare alle spiagge esotiche.

Tra i suoi scogli, ricchi di fauna, la pratica dello snorkeling è perfetta per gli appassionati. Situata fra la Costa dell’Ambra e l’Isola delle Correnti, è costituita da tre bellissime calette di sabbia dorata separate da dei promontori che sembrano abbracciare la spiaggia di sabbia chiara con il mare limpido.

Queste scogliere sono il luogo ideale per chi ama tuffarsi in acque trasparenti e godersi la bellezza di un paesaggio selvaggio, lontano dalla confusione delle spiagge più battute. Anche in questo caso, da non perdere gli spettacolari tramonti che si godono da qui. A differenza di Carratois, questa zona non presenta aree attrezzate o punti ristoro. E’ quindi consigliato attrezzarsi di ombrellone, acqua e pranzo a sacco e sacchi per i rifiuti.

Questa spiaggia rappresenta il perfetto compromesso per godersi tranquillità e relax in un luogo immerso nella natura pura. La spiaggia è facilmente raggiungibile via mare. Mentre per arrivare via terra potete percorrere la SP8, che da Portopalo di Capo Passero porta a Pachino/Maucini e per alcuni tratti costeggia il litorale.

L’accesso alla spiaggia avviene attraverso una stradina sterrata in direzione di Costa dell'Ambra.

Curiosità: questo tratto di costa fece da scenario allo sbarco alleato in Sicilia durante la Seconda Guerra Mondiale tra il 9 e il 10 luglio del 1943. L'8ª Armata di Montgomery doveva approdare su un tratto di costa che andava da Capo Passero, al golfo di Noto. La 51ª Divisione sbarcò, così, nei pressi di Punta delle Formiche, protetta alla sua sinistra dalla 1ª Divisione canadese e coadiuvata a destra dalla 231ª Brigata di fanteria per poi dirigersi su Siracusa.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI