ECCELLENZE

HomeMagazineFoodEccellenze

Gambero Rosso premia (due volte) l'Archestrato di Gela: è il "miglior Servizio di Sala italiano"

Il riconoscimento è inserito nella prestigiosa guida pizzerie d’Italia del Gambero Rosso, che raccoglie le eccellenze di uno dei cibi più amati ed apprezzati in tutt’ Italia e nel mondo

Balarm
La redazione
  • 12 ottobre 2021

Lo staff dell'Archestrato di Gela

La pizzeria Archestrato di Gela che ha sede in via Notarbartolo a Palermo, si aggiudica il riconoscimento come Miglior Servizio di Sala italiano.

La prestigiosa guida pizzerie d’Italia del Gambero Rosso, che raccoglie le eccellenze di uno dei cibi più amati ed apprezzati in tutt’ Italia e nel mondo, ha presentato a Napoli la nuova guida per la stagione 2022. E oltre alla conferma dei due spicchi (con un punteggio di 88) per il giovane pizzaiolo Pierangelo Chifari patron della pizzeria, arriva anche questo premio speciale, inatteso e colmo di significati.

Una grande soddisfazione per il giovane pizzaiolo che insieme alla sua famiglia ha in pochissimo tempo conquistato i palati più esigenti.

Continua ricerca, materie primi di altissima qualità, prodotti a km zero, farine di grani siciliani e la competenza di Giordana e Giorgia (rispettivamente sorella e compagna di Pierangelo) e di papà Edoardo e mamma Adriana che accolgono in sala i clienti sono le chiavi di un successo imprenditoriale di grande prestigio per una famiglia molto unita che ha creduto nell’amore per l'arte bianca di Pierangelo.



«Sono immensamente felice ed emozionato per questo riconoscimento inatteso ma di grande valore per me e per tutta la mia squadra – afferma Pierangelo Chifari - . Senza di loro non saremmo arrivati a questo meraviglioso risultato. Oltre a ringraziare la mia famiglia che gestisce insieme a me il locale, dedico questo premio ai miei ragazzi.

Devo molto, se non tutto, a loro. Durante questo terribile recente periodo di lockdown che speriamo di esserci lasciati per sempre alle spalle, non si sono persi d'animo, si sono sacrificati e hanno avuto il coraggio di cambiare pelle. Non potendo servire la gente in sala, si sono reinventati driver e hanno portato le pizze a casa. Sono dei camerieri molto speciali. Ci tengo a ringraziarli pubblicamente perché, siamo stati ancora una volta uniti durante una situazione emergenziale».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI