PERSONAGGI

HomeMagazineLifestylePersonaggi

I ragazzi che aiutano i ragazzi: su Instagram da Palermo la community per gli universitari

Sono sei e hanno ideato un canale che serva da mentoring trasversale per i ragazzi più giovani che incontrano criticità, dubbi o difficoltà nel loro percorso di crescita

  • 24 dicembre 2019

Non si è mai troppo giovani per dare un buon consiglio. Gabriele, Luca, Riccardo, Marco, Sergio e Claudio sono sei giovani palermitani che hanno creato una community social per aiutare e indirizzare i ragazzi più giovani di loro, liceali e matricole universitarie, nell’orientarsi nel complicato mondo post-universitario e del lavoro .

Si chiama ULead, che è l’abbreviazione di “You Leader” (cioè "tu comandi"), la community fondata su Instagram dai sei ragazzi siciliani: sono tutti sparsi in giro per il mondo, tra chi lavora a Londra, Dubay, Amsterdam, e chi studia al nord Italia tra Milano e Bologna, ma tutti con uno sguardo attento e un pensiero affettuoso alla loro amata Sicilia.

Il progetto infatti nasce dalla voglia di questi giovani ragazzi, tutti tra i 22 e i 27 anni, di aiutare chi è più giovane di loro, come gli studenti all’ultimo anno di liceo o le prime matricole al primo anno di università, a fare chiarezza sul loro futuro, personale e professionale: consigli, indicazioni o pareri su quale possa essere la migliore sede per una determinata facoltà, oppure chiarimenti circa la documentazione da presentare per poter frequentare l’Erasmus e quali le città migliori, o semplicemente confrontarsi sui maggiori temi d’attualità di interesse giovanile.



«Crescendo e perseguendo ognuno la propria strada lontano dalla Sicilia, ci siamo resi conto del grande gap informativo in cui incorrono i ragazzi nell’età tra i 17 e i 20 anni, che sono poi un po’ gli anni strategici in cui si decide il proprio futuro, così alla fine di settembre 2019 abbiamo deciso di mettere in moto qualcosa di più concreto che servisse da mentoring trasversale per i ragazzi più giovani di noi che incontrano criticità, dubbi o difficoltà nel loro percorso di crescita», dice Gabriele Favarò, portavoce del gruppo.

In pochi mesi la community ha raccolto più di 500 follower: tutti studenti alle prime armi che si rivolgono “a chi c’è già passato”, chiedendo un consiglio o un confronto sulle scelte da fare per affrontare più consapevolmente la vita post liceale o universitaria.

Il progetto, oltre che finalità informative e l’obiettivo di diffondere consapevolezza, vuole anche stimolare tra i giovani la motivazione, l’entusiasmo, la creatività e l’attivismo, per far circolare il messaggio positivo secondo cui in le buone occasioni è bene ogni tanto anche sapersele creare da sé.

«Noi che il nostro percorso e le nostre scelte le abbiamo già fatte, oggi siamo andati via consapevoli di alcune criticità del territorio siciliano e con un po’ di amaro in bocca che ha fatto crescere in noi la buona volontà di creare un progetto che mettesse al passo la nostra città con quello che vediamo ogni giorno nelle città in cui viviamo».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI