Lavoro

HomeInformagiovaniLavoro

Il ministero dell'Ambiente assume ingegneri, architetti e giuristi: le info per candidarsi

Il bando di concorso pubblico è aperto ai laureati di diverse discipline sia tecniche che giuridiche da assumere a tempo pieno e indeterminato: le scadenze e le info utili

Balarm
La redazione
  • 9 giugno 2020

foto Pixbay

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di 92 unità di personale non dirigenziale da assumere a tempo pieno ed indeterminato come dipendenti dell’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics) e del ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare (Mattm).

Il bando di selezione in particolare prevede che i 92 posti disponibili siano così ripartiti: 20 posti all’Aics per il quale si ricerca personale nel ruolo di funzionario amministrativo contabile nei settori giuridico, legale e contenzioso, pianificazione e budget; contratti, gare ed appalti.

Altri 40 posti sempre all’Aics saranno assunti nel ruolo di funzionario tecnico professionale da impiegare in diversi settori quali promozione e comunicazione, programmazione e sviluppo economico, infrastrutture (ingegneria e architettura), salute, protezione sociale e gender (sviluppo umano), sviluppo rurale, patrimonio culturale, diritti umani e migrazione, educazione e formazione, statistica, finanza, sicurezza alimentare, partenariati pubblico privato, ambiente e informatica.



I restanti 32 posti sono disponibili invece al ministero dell’Ambiente per il quale si ricerca la figura di funzionario amministrativo esperto in relazioni internazionali. Tutti gli aspiranti candidati devono comunque possedere, per la partecipazione al concorso, i seguenti requisiti generali: essere cittadini italiani o di altro Stato membro dell’Unione europea; avere un’età non inferiore a diciotto anni ed essere in possesso di uno dei titoli di studio tra laurea, diploma di laurea, laurea specialistica o laurea magistrale.

La procedura concorsuale prevede l’espletamento di tre prove ed in particolare dello svolgimento di una prova preselettiva (qualora il numero dei candidati che abbiano presentato domanda di partecipazione al concorso sia superiore a due volte il numero dei posti messi a concorso), una prova selettiva scritta e una prova selettiva orale.

Tutte le domande di ammissione al concorso devono essere presentate esclusivamente per via telematica attraverso il sistema pubblico di identità digitale (Spid), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019" disponibile sul sito ufficiale della Commissione interministeriale Ripam ed entro il termine di scadenza di sabato 20 giugno 2020.

Per qualiasi altra informazione sulla procedura selettiva è possibile consultare anche il testo integrale del bando di concorso pubblicato.

ARTICOLI RECENTI