MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Il rap è neomelodico tra Palermo e Napoli: esce "Da grande" di Picciotto e Savastano

Il video, diretto da Matteo Montagna, è stato girato tra il centro storico di Palermo e Mondello con un cast tutto siciliano: il brano è estratto dall'album "Terapia"

  • 28 settembre 2019

Della sua musica ne fa "confronto sano" tra le generazioni, come ama definirlo lui stesso: è online il video di "Da grande" estratto dall'album "TeRApia" di Christian Paternini, in arte "Picciotto", Feat Enzo Savastano.

Christian Paternini, palermitano, classe 1983, da più di dieci anni si occupa di laboratori di scrittura creativa incentrati sul rap in giro per le scuole e di progetti di contrasto alla dispersione scolastica: «La musica è sempre un grandissimo aggregatore sociale» afferma il cantante.

Il video è diretto da Matteo Montagna, vede la collaborazione speciale dei comici di “Sicilia Cabaret” Stefano Piazza e Chris Clun e la partecipazione straordinaria dello stesso padre di Christian Paternini: «Il bimbo protagonoista che personificasse un mix tra me e Savastano da piccoli l'abbiamo trovato in Vincenzo Marretta - racconta Christian - a questo punto avevamo bisogno del salto generazionale e un padre che gli somigliasse, naturalmente non poteva che essere il mio vero padre, Gaetano».

Girato tra i vicoli del centro storico e Mondello. Tra le "abbanniate" a Piazza Mediterraneo, nel cuore di Ballarò, in cui viene girata la scena clou del video in cui il giovane Vincenzo Marretta si spoglia del suo abbigliamento "da grande", e la calma spiaggia di Mondello in cui, tra le barche ormeggiate, nasce il suo primo amore adolescenziale.

Sul brano "Da grande" spiega che: «È un epoca senza grossi riferimenti, sia ideologici che pratici, soprattutto per le fasce più giovani per cui anche musicalmente si fa molta confusione e questo è un pezzo che vuole mischiare le carte facendo un rap accostandolo allo stile neomelodico di Savastano, sul pezzo che ho scritto io».

«Ci siamo divertiti alla faccia di tutti coloro che hanno l'esigenza di mettere delle etichette addosso a qualcosa, alla faccia di chi dice che l'hip hop si fa in una sola maniera - spiega il cantante - e poi ancora visto che il mio imprinting è stato da sempre di denuncia sociale mi piaceva per una volta provare a scrivere un testo più leggero come ennesima puntata del lavoro "terapeutico" musicale che sto provando a fare».

L'album "TeRapia" è prodotto dal rapper siciliano Gheesa, dal produttore discografico e sound wizard siciliano Luca Rinaudo a.k.a Naiupoche, dal rapper Walter Bonanno a.k.a Bonnot e da Dj Spike. È invece distribuito da Irma Records srl/Self Distribuzione spa 2019 - Rap.

Il disco è stato interamente registrato e mixato da Luca Rinaudo allo "Zeit studio" di Palermo e masterizzato da Walter Bonanno che ha curato anche parte degli arrangiamenti al "Bonnot studio" di Viareggio.

VIDEO RECENTI