MOBILITÀ

HomeMagazineSocietàMobilità

Il "tappo" di viale Regione vicino a Lidl ancora non salta: Ficarra aveva ragione

I ritardi nella consegna dell'opera, prevista per il 22 giugno, fanno slittare tutto ad agosto. Con le conseguenze del caso sul traffico, specialmente in vista dell'esodo estivo

Balarm
La redazione
  • 22 giugno 2022

«Fai prima a fare la Palermo-Catania che attraversare viale Regione siciliana a Palermo». Così parlò Salvo Ficarra sul palco a Taormina, in occasione di Taobuk. E aveva ragione.

Lo hanno ribattezzato “il cantiere della vergogna” alcuni writer che hanno scritto a caratteri cubitali sui blocchi di cemento che ancora non fanno scorrere il traffico in viale Regione siciliana all’altezza della Lidl, in direzione Trapani. A Palermo è un tunnel di cui ancora non si vede la fine. E in vista dei ricorrenti esodi estivi la permanenza del “tappo” sulla circonvallazione non agevolerà certo le cose.

Secondo il cartello che riporta le indicazioni sull’opera i lavori dovevano essere terminati entro il 22 giugno di quest’anno ma appare ormai chiaro che non sarà così. L’opera per la messa in sicurezza del canale Passo di Rigano richiede altri 40-45 giorni per essere terminata, secondo quanto riporta Palermo Today.
Adv
A riferire le tempistiche per la soluzione del rebus sul cantiere al quotidiano online è la Mondello Costruzioni, la ditta che si sta occupando dei lavori. Secondo l’impresa il ritardo sulla consegna dell’opera sarebbe da attribuire alla difficoltà di reperimento del ferro e di alcuni materiali che hanno prolungato i tempi di un mese e mezzo.

I disagi su quel tratto della circonvallazione di Palermo, che si ripercuotono sulla circolazione in un ampio tratto dell’asse viario durano ormai da novembre 2020. In un primo momento i lavori servivano a ripristinare il canale Mortillaro. La ditta incaricata di effettuare il consolidamento della soletta ha dovuto fare fronte anche il cedimento del canale Passo di Rigano, nel punto in cui si unisce al Mortillaro.

Per trovare le risorse utili a terminare i lavori è servito un accordo tra il Comune e il Commissario nazionale per il dissesto idrogeologico.

All'inizio del 2022, l'appalto per circa 170 mila euro se lo è aggiudicato la Mondello Costruzioni di Sant'Angelo Brolo (Messina). I lavori sono stati consegnati il 22 febbraio scorso e alla ditta sono stati concessi quattro mesi di tempo. Ma il “tappo” ancora non ne vuole sapere di saltare.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI