INNOVAZIONE

HomeMagazineLifestyleTech

La controversa moneta del web si preleva a Palermo: apre il bancomat Bitcoin

A Palermo è apparso il primo Atm Bitcoin del sud, ma cosa sono le Bitcoin? Monete "digitali" e anche se esperti della finanza non la pensano così l'inventore è milionario

Balarm
La redazione
  • 19 giugno 2018

Gli Atm Bitcoin

Siamo in corso Calatafimi a Palermo, qui è comparso uno sportello automatico, il primo a sud di Roma, che consente di depositare e prelevare le bitcoin, moneta digitale inventata nel 2009.

Lo sportello è stato installato all'interno di Lop Store uno store di sigarette elettroniche e serve anche a convertire l'euro in bitcoin: ma quanto vale?

All’11 maggio 2018 un bitcoin valeva 7.357 euro ma consigliamo sempre di controllare giorno per giorno il valore di questa moneta che cambia decisamente spesso (di minuto in minuto) a seconda della domanda e dell'offerta.

In ogni caso, si tratta del primo "CryptoLocal Atm" installato al sud Italia: sopra Roma ne esistono circa una trentina e a Napoli esiste uno sportello tramite il quale i bitcoin si possono solo comprare.

Prima di utilizzare un bancomat bitcoin è necessario installare il portafoglio elettronico nel proprio cellulare e generare il proprio indirizzo Bitcoin (il numero del proprio conto corrente virtuale, come il codice IBAN) e il QR Code da far riconoscere alla macchina.

Poi si può procedere con il successivo accreditamento o prelievo di valuta bitcoin. Il primo bancomat bitcoin in Italia che fu anche il terzo in Europa dopo quelli di Helsinki e Zurigo, a marca Lamassu è stato a Udine il 20 febbraio 2014.

Gli ATM (Bancomat) del circuito di Bitcoin sono separati e non integrati con Visa, Mastercard, o altri circuiti di pagamento utilizzati dagli istituti bancari.

Il Bitcoin è una criptovaluta e un sistema di pagamento mondiale creato nel 2009 da un anonimo con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, che sviluppò una sua idea: se il termine Bitcoin è utilizzato con l'iniziale maiuscola si riferisce alla tecnologia e alla rete, mentre se minuscola (bitcoin) si riferisce alla valuta in sé.

Gli esperti di finanza non classificano il Bitcoin come una moneta, ma come un "mezzo di scambio altamente volatile": Bitcoin non fa uso di un ente centrale né di meccanismi finanziari sofisticati, il valore è determinato unicamente dalla leva domanda e offerta.

ARTICOLI RECENTI