LAVORO

HomeMagazineTerritorioAttualità

La Fase 2 offre nuove opportunità di lavoro: c'è un reclutamento per 60.000 persone

La Protezione civile metterà in campo un vero e proprio esercito necessario per contenere nuove ondate di contagi nei luoghi pubblici: ecco come funzionerà

Balarm
La redazione
  • 24 maggio 2020

La spiaggia attrezzata a Mondello

La Fase 2 post Coronavirus potrebbe portare a nuove possibilità di lavoro. Una nuova boccata d'ossigeno in tempi in cui la crisi ha creato uno stallo senza precedenti.

Il tutto parte dalla necessità di tenere gli occhia aperti su parchi, spiagge e locali per evitare che il virus possa tornare a diffondersi. Si parla quindi di un importante arruolamento di volontari (in qualche modo dovranno essere retribuiti, anche se potrebbe farne parte chi percepisce il reddito di cittadinanza)) che potrebbero dare man forte alle attività delle amministrazioni comunali.

“In settimana - hanno annunciato in una nota congiunta il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, e il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro - dalla Protezione civile lanceremo un bando per il reclutamento di 60.000 assistenti civici rivolto a inoccupati, a chi non ha vincoli lavorativi, anche percettori di reddito di cittadinanza o chi usufruisce di ammortizzatori sociali.

Saranno individuati su base volontaria, coordinati come sempre nell’emergenza dalla Protezione civile che indica alle Regioni le disponibilità su tutto il territorio nazionale e impiegati dai sindaci per attività sociali: rispetto del distanziamento sociale sostegno alla parte più debole della popolazione”.

Una cosa, lavorativamente parlando, da tenere d'occhio.

ARTICOLI RECENTI