IDEE E PROGETTI

HomeMagazineSaluteIdee e progetti

"La prevenzione al centro": a Palermo uno sportello (online e gratuito) per le donne

Il nuovo servizio del Consultorio dei Diritti MIF: "Tutto si svolge a distanza, mantenendo l’anonimato e limitando i contatti". Ecco cosa fare per mettersi in contatto con l'equipe

Balarm
La redazione
  • 8 febbraio 2021

"La prevenzione al centro" è un sogno diventato realtà. Un obiettivo raggiunto che apre nel modo migliore il 2021 del Consultorio dei Diritti MIF (Minori, Immigrati e Famiglie).

A partire dal 15 febbraio 2021 infatti è operativo uno sportello di ascolto dedicato alla prevenzione del tumore al seno, rivolto a tutte le donne che vogliono fare prevenzione o che stanno affrontando la malattia, con lo scopo di orientarle e supportarle.

Le donne che ne sentono la necessità, possono mettersi in contatto con l'equipe di professionisti del Mif, un'associazione di promozione sociale che, a Palermo, impegnata da più di dieci anni nel supporto e nella tutela dei diritti per le fasce svantaggiate della popolazione, grazie al contributo volontario (e gratuito) di un team di esperti che mette a disposizione le proprie competenze in un’ottica multidisciplinare.

«Il nostro dream team da Palermo, attraverso un pc, può dare loro un supporto informativo, di sostegno e di vicinanza - spiegano -. Il tutto a distanza, mantenendo l’anonimato se si vorrà e limitando i contatti così da ridurre il rischio di contagio con la pandemia ancora in corso».



Lo sportello è realizzato con i fondi ricavati dalle vendite del calendario "Le donne,sono belle", e con il contributo del “Fondo di Beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale di Intesa Sanpaolo, che ha finanziato una cospicua parte del progetto.

Per contattare lo sportello si può utilizzare il numero verde 800 208026, attivo il lunedì, il martedì e il giovedì dalle 11.00 alle 13.00 oppure il form presente on line sul sito web del consultorio, o ancora il canale social di Facebook.

La persona che si rivolge allo sportello, dopo un primo contatto con l’operatore che prende in carico la chiamata, viene indirizzata al professionista socio MIF che offrirà supporto in base alle necessità.

Inoltre, il Consultorio dei diritti MIF mette al servizio delle donne un ulteriore servizio. L'utente può essere messo in contatto con altre donne che hanno affrontato la stessa malattia e che quindi possono comprendere meglio di chiunque altro cosa si prova e come si può agire per essere più forti del dolore e dell’angoscia.

La problematica del tumore al seno riguarda tantissime persone e preoccupa ancor di più in questo momento storico in cui la pandemia ha creato rallentamenti, liste d'attesa infinite facendo crescere nuovi dubbi e timori. Le pazienti, in questo delicato periodo, rinunciano oppure vengono sottoposte a interventi successivi sempre più complessi.

Intanto è possibile continuare a donare per la prosecuzione dei lavori dello sportello. Il progetto in questione è nato dall’idea di due donne, socie volontarie del MIF, che hanno affrontato e sconfitto il tumore al seno, in età molto giovane e che hanno deciso di mettere la loro esperienza al servizio di tutte le altre donne.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI