INIZIATIVE

HomeMagazineSalute

La salute non può essere un lusso: a Palermo un ambulatorio visita (e cura) gratuitamente

L’ambulatorio si chiama Stile di Vita” ed è gestito dall'organizzazione umanitaria internazionale "LIFE and LIFE": nasce per contrastare la profonda povertà sanitaria

Balarm
La redazione
  • 30 aprile 2019

L'idea parte da una considerazione angosciante: le cure mediche sono considerate ormai da molti cittadini un lusso che non si possono permettere, se non quando strettamente necessarie.

La povertà sanitaria riguarda oggi molte persone che, non potendo aspettare i lunghi tempi di attesa del servizio sanitario nazionale, si rivolgono sempre più ai servizi gratuiti come questo.

È l’ambulatorio "Stile di Vita" che l’Organizzazione Umanitaria Internazionale LIFE and LIFE gestisce nella parrocchia Santa Maria del Carmelo ai Decollati di Palermo (in via dei Decollati, vicino piazza del Ponte Ammiraglio), dando modo ai cittadini meno abbienti di rivolgersi a specialisti - in particolar modo cardiologo, nutrizionista, internista e gastroenterologo - che li prendono in carico gratuitamente.

All’occorrenza, però, sono pronti a entrare in gioco, offrendo ulteriori visite specialistiche, altri medici che hanno deciso di offrire il proprio tempo libero per una giusta causa.

Il servizio fa parte e si inserisce nelle attività che da qualche anno sono state avviate nel territorio in cui insiste la parrocchia nota anche come Decollati, storico centro culturale e religioso, punto di sostegno e assistenza per la comunità, partner della LIFE and LIFE dal 2015.

I quartieri coinvolti sono quelli che vanno dalla Stazione Centrale a Brancaccio, caratterizzati dalla presenza di microcriminalità, disagio sociale, povertà e scarsa integrazione tra i gruppi sociali che la abitano. All’interno, si nasconde una realtà fatta di ruderi e baracche, i cui abitanti sono circa il 5% immigrati.

Per prenotare le visite si può chiamare il martedì e giovedì, dalle 16 alle 18, al numero 091 2714100 oppure tutti i giorni al numero 339 5291991, al quale risponde Concetta Brusca, referente della farmacia afferente all’ambulatorio, altro servizio che viene offerto gratuitamente a chi non ha la possibilità di accedere come gli altri al Sevizio Sanitario Nazionale.

Chi, a questo punto, si dovesse chiedere cosa fare per dare una mano di aiuto a questa equipe di medici volontari che ha deciso di mettere a disposizione degli altri la propria professionalità, ecco la risposta.

Si può, per esempio, sostenere il progetto attraverso la piattaforma AVIVA, registrarsi e votare utilizzando sino a un massimo di 10 voti (c’è tempo sino alle 18 di martedì 7 maggio).

A promuovere il concorso è l’Aviva Community Fund, che vuole in tal modo offrire alle organizzazioni non profit la possibilità di ricevere un sostegno economico per una causa importante nella comunità in cui si opera.

«Il progetto che portiamo avanti - spiega Valentina Cicirello, vicepresidente di LIFE and LIFE - guarda al benessere di quei cittadini, italiani e stranieri, di qualunque età e sesso siano, che vivono in condizioni di indigenza, con particolare attenzione ai soggetti a rischio ipertensione, diabete, ma anche oncologici».

«A loro, infatti, si rivolge un’equipe di medici, afferenti alle diverse branche della medicina, che offre gratuitamente il proprio sapere. È un ambulatorio veramente a tutto tondo che guida anche verso diete alimentari adatte alla propria cultura culinaria, cosi da adeguarle ai diversi stili di vita».

articoli recenti