PERSONAGGI

HomeMagazineLifestylePersonaggi

La signora siciliana delle api: la storia di Santina è dolce come il miele delle Madonie

Storie di ordinaria imprenditoria, contatti con la natura e sapori siciliani: così sulle Madonie una donna ha trasformato in lavoro una delle sue passioni

  • 21 maggio 2020

Api al lavoro (foto Pixbay)

Come dolcificante per le tisane o per lo yogurt, o anche come ingrediente per preparare maschere di bellezza o, ancora, come "medicinale” casalingo per curare la tosse e il raffreddore: sono tantissimi gli usi che si possono fare del miele, un importantissimo elemento che la natura ci regala e che in Sicilia viene estratto e prodotto da ben oltre 127 mila alveari (secondo i dati Ismea del 2018, rilevati dalla Coldiretti).

E della passione per la produzione del dolce miele ne ha fatto il suo mestiere Santina Grisanti, 39 anni, imprenditrice agricola Coldiretti originaria di Isnello, in provincia di Palermo, insistente sulla zona delle Madonie, che nella vita ha scelto di allevare l’ape nera sicula tipica della nostra Isola.

«La passione per le api è nata con l’escursionismo, ma mentre gli altri fotografavano i paesaggi io invece mi dedicavo ad osservare tutto ciò che aveva ali e che mi volava attorno – racconta Santina.

Poi l’allevamento delle regine e la produzione di miele è diventato una realtà e un mestiere grazie alla caparbietà e anche grazie a due aziende che hanno risposto positivamente al mio curriculum di apicultrice».



Santina gestisce un parco api composto da 200 alveari ognuno dei quali ospita circa 100 mila api ad alveare, riuscendo così ad ottenere una piccola produzione complessivamente di circa 5 mila chili di miele all’anno, soprattutto anche seguendo le fioriture tipiche della zona delle Madonie quindi arance, miele di sulla, di zagara, cardo, castagno ed eucalipto.

«Ho avviato la mia piccola azienda quasi 4 anni fa e mi sono inoltre voluta dedicare anche all’allevamento di regine in purezza, ossia le api selvatiche non selezionate, che sono le nostre api nere siciliane una specie autoctona esclusiva del nostro territorio peraltro a rischio di estinzione, caratterialmente sono molto docili e presentano appunto la particolarità di avere l’addome tutto scuro anziché le tergiti dell’addome gialle e nere.

Il lavoro con le api è fatto principalmente di pazienza e grande amore e per l’allevamento delle regine in purezza o di pappa reale occorre molta professionalità e un aggiornamento continuo, ma io amo il mio lavoro e le mie api e questo non mi pesa affatto».

ARTICOLI RECENTI