ASTRONOMIA

HomeMagazineLifestyleSocietà

Le immagini del Sole in ultra Hd: la Nasa ci regala uno spettacolo (stellare) mai visto

Le immagini riprendono l’atmosfera del Sole con la più alta risoluzione mai ottenuta: sono state scattate da un telescopio astronomico piazzato su un razzo della Nasa

  • 23 aprile 2020

Un'immagine del Sole fotografato dalla Nasa

Filamenti della corona solare mai osservati prima d’ora, che bruciano a temperature di infiniti milioni di gradi: delle immagini del Sole ad altissima risoluzione ottenute grazie alle riprese del telescopio astronomico piazzato su razzo della Nasa (High-Resolution Coronal Imager, Hi-C), progettato proprio per acquisire immagini molto definite della corona solare.

La corona solare è la parte più esterna dell'atmosfera del Sole, che si estende per milioni di chilometri ed è raramente visibile, durante le eclissi solari totali o sol con l'ausilio di un apposito strumento, ossia il coronografo. Essendo estremamente calda, in quanto formata da gas e vapori provenienti dagli strati sottostanti dell'atmosfera solare, la materia in essa contenuta è sotto forma di plasma.

Di questo strato più esterno della stella solare, infatti, non si sono mai conosciute “da vicino” le caratteristiche e il motivo della sua normale invisibilità sta nel fatto che la corona solare è estremamente tenue. Tuttavia grazie ad alcune straordinarie immagini del Sole ottenute con il telescopio astronomico della Nasa (Hi-C), e descritte poi in uno studio su The Astrophysical Journal, gli studiosi hanno approfondito i segreti della struttura di alcune regioni della corona solare, mai conosciuti prima.



Gli scatti mozzafiato della regione attiva della stella solare sono stati realizzati durante i 329 secondi di dati ottenuti dal telescopio astronomico piazzato sul razzo Nasa durante il suo terzo volo suborbitale, effettuato il 29 maggio del 2018 e si tratta dell’immagine dell’atmosfera del Sole con la più alta risoluzione mai ottenuta.

Sul sito ufficiale del The Astrophysical Journal si legge: “Dopo il successo della prima missione, il Coronal Imager ad alta risoluzione (Hi-C) è stato lanciato per la terza volta (Hi-C 2.1) il 29 maggio 2018 dalla White Sands Missile Range, Nm, Usa. In questa occasione, sono stati acquisiti 329 secondi di dati della regione attiva e usando i dati acquisiti e osservazioni co-allineate studiamo le larghezze di 49 fili coronali".

Le nuove immagini che riprendono l’atmosfera del Sole con la più alta risoluzione mai ottenuta sono state poi rese pubbliche sulla piattaforma Flickr dai ricercatori della University of Central Lancashire (UcLan) di Preston, nel Regno Unito, e del Marshall Space Flight Center (Msfc) della Nasa, a Redstone, negli Stati Uniti.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI