MANIFESTAZIONI

HomeMagazineCulturaStoria

Le meraviglie di Sicilia aprono le porte: fra borghi e grandi città ecco "Le Vie dei Tesori"

Anche quest'anno l'appuntamento con la fruizione di chiese, musei, luoghi pubblici e privati si rinnova con nuove bellezze e un protocollo dedicato alle visite in sicurezza

Dario La Rosa
Giornalista
  • 3 settembre 2020

La Martorana e San Cataldo a Palermo

Alla scoperta delle meraviglie di Sicilia: non basterebbe una vita per scoprirle tutte ma c'è una manifestazione che da anni ci accompagna con passione e attenzione all'interno di tutti quei luoghi davvero imperdibili, conosciuti e non, che vale la pena di vedere almeno una volta. Questa manifestazione ha per nome "Le Vie dei Tesori".

Anche quest'anno l'appuntamento con la fruizione di chiese, musei, luoghi pubblici e privati si rinnova dal 12 settembre all'8 novembre, seppur con modalità che consentiranno di garantire la dovuta sicurezza sanitaria dettata dalla lotta al Coronavirus.

Tante città e centinaia di luoghi da tornare ad esplorare davvero in ogni angolo della Sicilia. Le visite si arricchiscono infatti sempre di nuove bellezze da vivere ed in cui immergersi in compagnida delle guide de "Le Vie dei tesori".

Oltre a Palermo ed alle sue decine di tappe da assaporare durante i weekend della manifestazione, ci saranno visite organizzate a Bagheria, la città delle ville, a Monreale e fra le sue bellezze Unesco.



Ci si potrà tuffare fra i colori della variegata Catania o scegliere mete meno battute dal turismo di massa come Sambuca, già Borgo dei Borghi, e Sciacca con il suo splendido mare. Si potrà essere abbagliati dai colori del barocco di Naro, in provincia di Agrigento, o da quello dei tramonti delle saline di Trapani.

Si potranno unire visite e degustazioni nella città del vino dolce per eccellenza, Marsala, o tuffarsi nei quartieri storici di Mazara del Vallo, culla del Satiro danzante ripescato dagli abissi. E poi il barocco e le sue città: da Ragusa a Scicli, passando per Noto.

Infine, ancora una volta, tornano Messina e Caltanissetta, due città straordinarie ma che spesso non raccolgono le giuste attenzioni che meriterebbero. Un'occasione in più per scoprirle. Messina, porta d'accesso alla Sicilia dallo Stivale e Caltanissetta, definita da Sciascia la piccola Atene.

Come dicevamo l'emergenza Covid ha costretto gli organizzatori a nuove regole per l'accesso ai luoghi: ecco alcune informazioni utili. Tra le principali la necessità di prenotare la propria visita attraverso il sito per assicurarsi la presenza nel giorno e nell'orario desiderati.

«Le visite - recita l'apposita pagina informativa sul sito - nei luoghi saranno contingentate per gruppi a seconda della grandezza e delle caratteristiche di ogni luogo.

I luoghi saranno visitabili su prenotazione per scaglionare gli ingressi ed evitare assembramenti. Nel caso i turni non siano pieni, sarà possibile fare entrare visitatori che non hanno prenotato fino ad esaurimento della capienza del turno.

Nei luoghi chiusi è obbligatoria la mascherina per i visitatori, ove non sarà possibile far rispettare la
distanza di un metro. I visitatori, in caso di temperatura corporea superiore a 37,5 gradi, non possono entrare nei luoghi».

Per quanto concerne i costi invece, n coupon da 18 euro è valido per 10 visite, un coupon da 10 euro è valido per 4 visite, un coupon da 3 euro è valido per un singolo ingresso. Le passeggiate hanno un costo di 6 euro. Le esperienze avranno costi variabili in base all'organizzazione. Troverete le informazioni nei singoli eventi.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI