BANDI E OPPORTUNITÀ

HomeBandi e lavoroBandi e opportunità

Lo Stato "vende" torri, fari ed ex conventi: a bando anche un'antica dimora di Palermo

L'Agenzia del Demanio dà in concessione 10 immobili storici abbandonati, come fari, torri, fortezze e casali per scopi culturali e turistici. Ci sono anche due siciliani

Balarm
La redazione
  • 29 novembre 2023

La Casina detta dell'Orologio di Palermo

L’Agenzia del Demanio ha pubblicato la seconda tranche 2023 di bandi di concessione di immobili di proprietà dello Stato nell’ambito delle attività legate ai Progetti a Rete. Si tratta di iniziative di rigenerazione di edifici del patrimonio pubblico da affidare a privati e ad associazioni affinché li valorizzino dal punto di vista economico, sociale e culturale, coniugando i temi del turismo, della cultura, dell’ambiente e della mobilità dolce, stimolando lo sviluppo a livello territoriale.

L’Agenzia propone dieci immobili, con differenti modalità di concessione, che fanno parte delle reti "Fari Torri Edifici Costieri, Dimore, Cammini e Percorsi" e sono dislocati in tutta Italia. Tra questi ci sono anche due antichi "gioielli" siciliani. Si tratta di Fondo Pisani e Casina detta dell'Orologio a Palermo e dell'ex Convento San Bonaventura a Caltagirone.

I due immobili verranno concessi per un periodo che va da 6 a 50 anni con l'obiettivo che vengano riqualificati, ristrutturati e riutilizzati ai fini turistici e culturali.
Adv
In particolare, il bando relativo a Fondo Pisani e Casina dell’Orologio di Palermo prevede una concessione agevolata per enti del terzo settore, come associazioni e cooperative.

L'immobile si trova in un'area in zona suburbana posta a sud-ovest della città di Palermo (a circa 5 Km del centro storico) ai piedi di Monte Cuccio, ricadente all'interno della Riserva Borbonica di Boccadifalco.

Il complesso si compone di un terreno ricoperto di vegetazione, parzialmente sistemato con percorsi pedonali, che si presenta in discreto stato e di una porzione su cui insistono i ruderi di un antico caseggiato rurale risalente alla prima metà del XIX secolo, abbandonato da anni e inagibile.

Il riuso deve essere finalizzato all'organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale; organizzazione e gestione di attività turistiche di interesse sociale, culturale o religioso.

A finire a bando anche l'ex Convento San Bonaventura di Caltagirone, risalente alla prima metà del XVII secolo e anche questo inutilizzato da decenni.

Si trova nella zona centrale del Comune di Caltagirone, a 300 metri dalla famosa scalinata di Santa Maria del Monte. Il complesso si trova all’interno della zona più turistica della città di Caltagirone, città insignita del titolo di Patrimonio dell’umanità dall’Unesco con la denominazione di “Le città tardo barocche del Val di Noto’’ (Sicilia sud orientale). Dunque è una zona a forte vocazione turistica.

Non a caso, infatti, il bando mira a destinare il bene ad attività legate al turismo sostenibile, ospitalità, cultura, sport, mobilità dolce, wellness, scoperta del territorio, eventi e attività sociali.

L'edificio ha due piani fuori terra, con aggiunto un ulteriore piano nella sola zona di Sud-Ovest. È di forma quadrata con corte centrale e muro di cinta perimetrale.

Il Demanio lo dà in concessione di valorizzazione fino ad un massimo di 50 anni.

I bandi sono pubblicati nella sezione "Gare e Aste" del sito web dell'Agenzia del Demanio. Per presentare offerta c’è tempo fino alle ore 12.00 del 20 maggio.

Le istanze vanno presentate all'Agenzia del Demanio - Direzione Regione Sicilia, in Piazza Marina - Salita Intendenza 2 - 90133, Palermo, via raccomandata postale o brevi manu.

Oltre ai bandi è possibile visionare tutta la documentazione a supporto: le Guide ai bandi di concessione/locazione di Valorizzazione e in Uso Gratuito e le schede di presentazione dei beni.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI