CINEMA

HomeMagazineCulturaCinema

“Batman Begins”, la vera storia di Batman

  • 28 giugno 2005

Batman Begins
U.S.A. 2004
Di Christopher Nolan
Con Christian Bale, Michael Cane, Liam Neeson, Morgan Freeman, Gary Oldman, Ken Watanabe, Katie Holmes, Cillian Murphy, Tom Wilkinson, Rutger Hauer

Gli americani hanno sempre avuto una particolare predilezione per i supereroi, personaggi spesso creati per il mondo dei fumetti e poi approdati al grande schermo con pellicole che solo di rado hanno accontentato i veri fanatici del genere. Non poteva quindi mancare all’appello Batman, nato appunto da un fumetto di Bob Kane, al quale sono state dedicate molte attenzioni. Se escludiamo una serie cinematografica degli anni quaranta ed un film del ’66 ispirato ad un telefilm, questo “Batman Begins” è il quinto episodio dell’era moderna dedicata all’uomo pipistrello. Certo dopo il deludente “Batman & Robin” di Joel Schumacher, con un improbabile Gorge Clooney, verrebbe da chiedersi quanto il mondo avesse ancora bisogno di un nuovo capitolo di questa saga, ma "Batman Begins" è un episodio piuttosto particolare, che si stacca dai precedenti e diventa un “episodio uno”. Il regista Christopher Nolan infatti parte dalle origini, con l’intento di raccontare la vera storia di Batman, ovvero come questo personaggio sia nato, che cosa abbia spinto Bruce Wayne ad indossare quello strano costume ed andare poi alla ricerca di criminali incalliti.



Il vero protagonista non è Batman, ma proprio Bruce Wayne, un ragazzo la cui vita è stata segnata da un tragico evento: la morte dei genitori, quando era ancora un bambino, per mano di un delinquente di strada. L’innovazione sta proprio in questo: non ci troviamo di fronte ad un supereroe invincibile e invulnerabile, bensì ad un uomo, con le sue paure e le sue difficoltà. Ed insieme a lui riviviamo il dolore, la rabbia, l’odio, il bisogno di vendetta che si trasforma in bisogno di giustizia, fino a diventare l’elemento motore di ogni azione. Batman non ha nessun superpotere, non è stato colpito da nessun raggio radioattivo, non è immortale e non sa volare. Batman è un supereroe che si avvale della tecnologia e della scienza, unita ad una buona dose di teatralità, per lottare contro i cattivi di turno, contro coloro che un tempo hanno ucciso i suoi genitori, contro coloro che hanno trasformato la sua città in una specie di fabbrica del male e contro le sue stesse paure. Ad interpretare Batman troviamo il gallese Christian Bale, già protagonista di “L’uomo senza sonno”, che per il film di Nolan ha dovuto mettere su parecchi chili di massa muscolare. Al suo fianco l’attrice del momento, Katie Holmes, divenuta famosa per il ruolo di Joy Potter nella celeberrima serie televisiva "Dawson’s Creek", ed attuale fidanzata di Tom Cruise.

La Holmes interpreta Rachel, amica d’infanzia di Bruce, impegnata anch’essa nella lotta contro il male. Nel cast troviamo anche Liam Neeson, capo di una setta dalle antichissime radici, da sempre impegnata nella distruzione di civiltà troppo corrotte ed insanabili; il sempre simpatico Morgan Freeman, un esperto di tecnologia che fornirà a Batman tutta la sua attrezzatura; Cillian Murphy, lo “Spaventapasseri” che fa impazzire i suoi avversari con l’ausilio di una potentissima droga; Michael Caine nei panni del fedele maggiordomo di casa Wayne; e Rutger Hauer, nei panni di un imprenditore arrivista e senza scrupoli. Lo scenario è una Gotham City molto dark, corrotta e allo sfacelo, dominata da un mafioso che ha costruito il suo impero sulle spalle di tanti innocenti. Una città che sembra irrecuperabile e che qualcuno vorrà distruggere definitivamente, come una “Sodoma e Gomorra” dei giorni nostri. Ma il riferimento biblico non è affatto casuale, anche se di Dio non si parla assolutamente. C’è sicuramente un forte desiderio di giustizia che deve sopraffare la vendetta, c’è il bisogno di proteggere e salvare chi merita di essere salvato e c’è molto di mistico in ogni frase pronunciata, come fossero piccole perle di saggezza. Insomma, credo che non si esageri affermando che questo è il miglior film dedicato all’uomo pipistrello.

ARTICOLI RECENTI