CINEMA E TV

HomeMagazineCulturaCinema e Tv

I film in uscita dal 19 novembre

Maria Teresa de Sanctis
Attrice, regista teatrale e scrittrice
  • 16 novembre 2004

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Tutto il bene del mondo
Argentina 2004
Di Alejandro Agresti
Con Monica Galan, Julieta Cardinali, Carlos Roffe, Ulises Dumont, Mex Urtizberea

Una donna con le sue due figlie si avvia verso una località fuori da Buenos Aires per incontrare il marito che credeva morto venti anni prima. Giunti a destinazione, l'uomo è restio nel riconoscere la moglie e si comporta come se non l'avesse mai vista. L'ostinazione della donna ed anche la sua capacità di comprensione faranno sì che l'uomo accetti quella famiglia perduta ed anche un passato accuratamente rimosso. Insieme, cercheranno di far tornare il passato e di offrirgli una famiglia.

L'uomo senza sonno (The machinist)
Spagna 2004
Di Brad Anderson
Con Christian Bale, Jennifer Jason Leigh, Aitana Sánchez-Gijón, John Sharian, Michael Ironside

Trevor Reznik (Christian Bale) non riesce a dormire esattamente da un anno. La mancanza di riposo, apparentemente inspiegabile, lo sta deteriorando sia mentalmente che fisicamente ogni giorno di più. Il suo aspetto diventato sempre più spettrale, fa sì che i colleghi di lavoro dapprima lo evitino e, in seguito a un incidente che quasi uccide un collega, inizino a fare di tutto perché lui se ne vada...



Alien vs. Predator
Repubblica Ceca, Canada, Germania, U.S.A. 2004
Di Paul W.S. Anderson
Con Sanaa Lathan, Raoul Bova, Lance Henriksen, Ewen Bremner, Agathe De La Boulaye, Sam Troughton

Un satellite d'osservazione della Weyland Corp. rileva un improvviso aumento di temperatura nel Circolo Polare Antartico; gli esami indicano la presenza di una piramide sepolta sotto i ghiacci. Viene così organizzata una spedizione guidata dall'archeologo Sebastian De Rosa (Raul Bova) e dall'esploratrice Alexa Woods (Sanaa Lathan) con un gruppo di tecnici e lo stesso Weyland (Lance Henriksen) con un nutrito numero di guardie del corpo. Non appena arrivati sul posto, per gli intrepidi esploratori si apre uno scenario inquietante; qualcuno ha gia trivellato i ghiacci e la piramide è facilmente raggiungibile. Purtroppo una volta all'interno il gruppo viene bloccato e la regina Alien risvegliata. La piramide non è altro che il luogo dove si consuma il rito di passaggio dei Predator all'età adulta: gli Alien sono la preda e gli umani la necessaria incubatrice vivente. Mentre i Predator si preparano alla battaglia, per il gruppo di esploratori si prospetta un'orrenda fine...

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE