SOCIETÀ

HomeMagazineSocietà

Il turismo a Palermo è eccezionale: lo dice TripAdvisor

Palermo si posiziona al 7° posto nella Top 10 delle città in ripresa stilata dagli utenti di TripAdvisor, ma Federalberghi Palermo afferma che i fatturati piangono ancora

  • 2 gennaio 2014

Che Palermo sia la città dalle mille contraddizioni, lo si impara crescendo: c'è chi pensa sia la terra più bella, abbia il sole più caldo e che la sua gente sia la più sorridente tra tutte; poi c'è chi crede che la scelta giusta sia fuggirne lontano. Ma per chiunque la viva per la prima volta, Palermo è certamente una sorpresa: è l'antico in atto e il moderno in potenza; è una travolgente danza tra allegri e pause, melodie dolci e note stonate che invita tutti a partecipare.
Sorprende dunque pochi e inorgoglisce molti, la settima posizione del capoluogo siciliano nella Top 10 europea dei Travelers’s Choice Awards for Destinations on the Rise 2013. «Dedicata a chi cerca ispirazione per le proprie vacanze nel 2014, questa classifica di destinazioni spettacolari che hanno catturato l’attenzione dei viaggiatori nel corso del 2013 è stata stilata con l’aiuto degli utenti - dichiara Valentina Quattro, portavoce del sito di viaggi TripAdvisor per l’Italia». «Ci congratuliamo con Palermo e la Sicilia che, in queste classifiche, rappresentano l’Italia nel mondo».
La buona notizia ispira, di certo, speranza. Tra le città caratterizzate dalla maggiore crescita di interesse e di feedback positivi annui, Palermo è riconosciuta come destinazione eccezionale con un fascino in continua crescita. Una città da tenere d’occhio e la sola città italiana presente tra le prime dieci. La precedono Corralejo (Spagna), Porto (Portogallo), Cracovia (Polonia), Goreme (Turchia), Helsinki (Finlandia), Bucarest (Romania) e la seguono Oslo (Norvegia), Zurigo (Svizzera) e Riga (Lettonia).
«Palermo è una città che sta rinascendo come il resto della Sicilia e lo dimostrano i dati della stagione passata» - commenta Michela Stancheris, assessore al turismo della Regione Siciliana. «Il fatto che gli utenti di Tripadvisor l’abbiano votata è la conferma che è una città vocata all’accoglienza e sono sicura che questo trend sarà sempre in aumento».
D'altronde, si pensa che chi la incontri anche una sola volta nella vita, la porti con sé per sempre. Tra i mercati storici, il culto del cibo da strada, tra i palazzi che profumano di storia, la sua anima verace e persino per le sue brutture, Palermo lascia un segno che non va via nel tempo.
Federalberghi segnala una ripresa della presenza turistica in città e l'aumento del relativo fatturato. L’assessore comunale alla Cultura e al Turismo, Francesco Giambrone, afferma: «A Palermo si sta realizzando un'inversione di rotta rispetto al passato. I dati dimostrano che sia pure in una situazione di grave crisi economica, il settore turistico dà segnali di ripresa grazie anche ad una rinnovata visibilità della città a livello internazionale e ad una stretta collaborazione fra tutti gli operatori e l'amministrazione per politiche comuni di rilancio».
Sembra che la città possa tirare un sospiro di sollievo, tuttavia, la verità è un po’ più complessa: presenze in aumento ma i fatturati piangono ancora. È vero, il turismo cittadino appare riprendersi ma, dall’assemblea di Federalberghi Palermo, svolta all’Astoria Palace Hotel, si evince che il gap economico con gli anni precedenti è ancora troppo profondo per poter parlare di aumenti tangibili di produttività delle imprese alberghiere. I dati riferiti all'aumento delle presenze in città riportano un più 18,10% di presenze di turisti stranieri e un meno 5,39% di italiani, per un totale di più 6,22% per i primi nove mesi dell'anno in corso. Inoltre, i dati mostrati dai responsabili di Expedia rafforzano l'importanza della vendita dei pacchetti volo più hotel oggi in crescita del 4% rispetto allo scorso anno.
«Eppure, la perdita sistemica dei fatturati degli ultimi anni non riesce a compensare questi dati dal segno più - dichiara il presidente di Federalberghi Palermo, Nicola Farruggio». «L'esorbitante costo delle imprese e del lavoro, espone il settore alberghiero con numeri ancora sconfortanti per il bacino occupazionale, che rischia di ricevere ulteriori tagli». «Per questo – prosegue il presidente - crediamo che una ripresa più concreta sia possibile solo con la collaborazione ed il supporto dell'amministrazione comunale che diventi più oculata nell'applicazione delle imposte verso il sistema alberghiero».
L’assessore Giambrone sottolinea l’importanza delle strategie turistiche condivise con la Federalberghi e i vertici della Gesap - società di gestione dello scalo aeroportuale palermitano - annunciano l'incremento di nuove tratte presso l’aeroporto Falcone-Borsellino e la collaborazione con l’Associazione alberghiera per l'apertura del nuovo punto di accoglienza, ubicato nell'area arrivi.
Dicono che Palermo sia una terra strana; difficile da vivere e difficile da odiare. Dicono che a Palermo ci sia il mare ma anche che, arida di opportunità, faccia male al cuore. Dicono che i dati parlino chiaro e che la vita, a Palermo, non sia da invidiare; che per cambiare questa triste realtà, non basterebbe rinascere e ancora una volta morire. Ma c'è una Palermo e ci sono dei palermitani che credono nella sinergia, nell'interesse e nella speranza che si concretizzi in azioni. Non resta che darsi da fare!
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI