MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Jazz al Metropolitan, si parte da Cafiso

  • 7 gennaio 2007

Saranno Francesco Cafiso e Riccardo Arrighini duo, a dare il via alla quinta edizione di "Jazz al Metropolitan", giovedì 11 gennaio sul palco del cineteatro Metropolitan (viale Strasburgo 358, alle ore 21.30, ingresso 16 euro). Sassofonista di prim’ordine nonché ex enfant prodige, Francesco Cafiso, nato nella provincia iblea a Vittoria, regalerà al pubblico panormita uno dei suoi vibranti concerti. Classe 1989, Francesco è forse uno dei talenti più precoci nella storia del jazz e nonostante la giovane età può vantare numerose esperienze con musicisti di fama internazionale già da quando aveva appena nove anni. Scoperto grazie alla trasmissione televisiva "Bravo Bravissimo", si è imposto all'attenzione degli addetti ai lavori che subito ne hanno fiutato la indubbia spiccata musicalità. Fra i primi a credere in lui un senatore del pianismo jazz italiano, Franco D'Andrea, con il quale Francesco si esibisce in duo al "Pescara Jazz Festival" nel 2002: una registrazione oggi preziosa, dopo la recente notizia che l'autorevole Downbeat ha inserito quell'esibizione di Cafiso nella lista dei venticinque eventi più significativi di tutti i tempi fra tutti i festival del mondo, a fianco delle performances di grandi quali Herbie Hancock, Wayne Shorter, Miles Davis, Duke Elligton. Nel frattempo Cafiso si reca a New Orleans per fare esperienze di ascolto di nuovi generi e stili musicali, suonando con Ellis Marsalis, Jason Marsalis, Thadeus Richard, Bob Franch, Maurice Brown e con molti altri importanti musicisti del luogo.

Adv
Ma l’incontro decisivo per la sua carriera avvenne nel luglio 2002 con Wynton Marsalis che rimase stupito dalle sue qualità musicali e lo portò con sé nell’"European tour"del 2003. Da allora, Francesco ha suonato nei festival jazz e nei club jazz più importanti del mondo, fianco a fianco con importantissimi artisti del calibro di Hank Jones, Cedar Walton, Mulgrew Miller, Ronnie Matthews, Jimmy Cobb, Ben Riley, Ray Drummond, Reggie Johnson, Doug Sides Lewis Nash, James Williams, Joe Lovano, George Mraz, Joe Locke, Enrico Rava, Gianni Basso, Dado Moroni, Franco D’Andrea e moltissimi altri italiani ed americani. Numerosi anche i riconoscimenti, tra i quali il Premio Nazionale "Massimo Urbani" a Urbisaglia, il premio "EuroJazz" a Lecco, l’"International Jazz Festivals Organization Award" a New York, la "World Saxophone Competition" a Londra, il "Django d’Or" a Roma e molti altri autorevoli premi. In questa formazione lo accompagnerà Riccardo Arrighini, diplomato in pianoforte classico e perfezionamenti alla Berklee di Boston. Dal 2003 suona con Cafiso, come mebro permanente del suo quartetto, mentre in duo con lui ha inciso "Concerto for Petrucciani" e "Happy Time". Un’occasione da non perdere per ascoltare ancora una volta dal vivo le note del sax della giovane stella siciliana.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI