MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Mogol e Comune per due sale prove

Balarm
La redazione
  • 23 marzo 2006

I giovani musicisti palermitani potrebbero avere in futuro due sale di prova e di incisione dove studiare musica e cantare sotto la guida di Mogol, probabilmente il più famoso autore italiano di testi. Il progetto è del Comune di Palermo e prevede la creazione di due strutture nei prossimi mesi al centro giovani di Borgo Nuovo e al centro sociale Sant’Anna di piazza Kalsa (entrambi siti comunali), come strumento di aggregazione sociale e per valorizzare nuovi talenti. L’elaborazione è dell’assessorato alle Attività sociali ed è stato discusso a Villa Niscemi dal sindaco della città, Diego Cammarata, e dallo stesso Mogol. I fondi per realizzare le due sale saranno reperiti dalla legge 285 del 1997.

I giovani potranno utilizzare le nuove strutture per fare musica e provare ad incidere un disco con la supervisione artistica dei maestri del Cet, il Centro europeo toscolano, la scuola di musica creata da Mogol in Umbria. I migliori talenti verranno premiati con borse di studio per frequentare i corsi presso il Cet. L’inaugurazione è prevista per l’inizio di ottobre. Il sindaco ha anche accennato a Mogol della possibilità di utilizzare, per incontri o iniziative collaterali, anche gli spazi del nuovo Montevergini. “Bisogna trasferire ai giovani una cultura concreta – ha detto Mogol – e questa iniziativa unisce alla possibilità di fare prevenzione sociale, quella di scoprire nuovi talenti. In Sicilia c'è una capacità musicale davvero straordinaria: ogni anno, su mille diplomati alla mia scuola di musica almeno 150 sono siciliani”.
da.s.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI