CULTURA

HomeMagazineCultura

Museo delle Marionette: ecco le attività del 2011

Festival, incontri, mostre, editoria, didattica, convegni internazionali, giornate di studio: questo e molto altro per le attività culturali del Museo Pasqualino

  • 24 febbraio 2011

Il 2011 prevede tante attività per il Museo delle Marionette Antonio Pasqualino (piazzetta Niscemi 5, Palermo): festival, incontri, mostre, editoria, didattica, convegni internazionali, giornate di studio e altro ancora. Con il contributo dell’Assessorato Regionale ai Beni Cultuali e dell’Identità Siciliana, gli appuntamenti partiranno venerdì 25 febbraio e si potraranno fino al mese di dicembre. Si comincia appunto venerdì 25 febbraio alle 21 con "Arlecchinando" (ingresso libero): in occasione della Giornata Mondiale della Commedia dell’Arte, ecco uno spettacolo di Cristina Coltelli con Cristina Coltelli, Marcella Colaianni, Virgilio Rattoballi e gli allievi del corso intensivo "Salviamo la commedia", Giorgia Lorito, Laura Palmeri e Daniele Tommasi, con le musiche di Ciro Battaglia eseguite da Serena Cosentino, Barbara Crescimanno, Michele Piccione. Questo spettacolo racconterà in chiave di affabulazione l’affascinante storia dei comici italiani, pionieri e pirati viaggianti, attraverso la ricostruzione della loro arte più perfetta: la cosiddetta Improvvisa, cioè la capacità di creare una storia nel momento stesso in cui avviene, in un susseguirsi di lazzi, tormentoni e interazioni con l’altro grande protagonista della Commedia all’Improvviso, il pubblico.



Si prosegue venerdì 4 marzo con "Spaesamenti. Viaggi e migrazioni di ieri e di oggi tavola rotonda", incontro organizzato in occasione della presentazione del volume "Avendo trovato l’America" di Sabatino Basso e Santo Garofano. Si prosegue sabato 12 marzo con la presentazione del cd (più volume in allegato) "Sicilia. Musica da ballo di tradizione" a cura di Pino Biondo, un lavoro dedicato ai musicisti siciliani che con sottile e ingegnoso talento hanno composto ed interpretato musiche da ballo. Sabato 26 marzo sarà inaugurata la mostra fotografica di Giuseppe Leone dal titolo "Sicilia in piazza", che oltre ad essere un evento culturale, vuole rappresentare un’occasione per far riscoprire e scoprire la sicilianità alle nuove generazioni ed alla popolazione locale. In occasione della "Settimana della cultura" il Museo delle marionette proporrà due spettacoli e un seminario: venerdì 8 e sabato 9 aprile alle 10, e domenica 10 aprile alle 17.30 ecco "Maison Hantée" spettacolo tradizionale di burattini francesi con Daniel Strebble; martedì 12 e venerdì 15 aprile alle 17.30 "Fuga di Berta e Milone", spettacolo di Opera dei pupi; mentre giovedì 14 aprile sarà la volta del seminario internazionale "Machines vivantes: des marionnettes aux humanoïdes", che vedrà la presenza di importanti antropologi, storici e artisti internazionali che si interrogheranno del rapporto tra l'uomo e la marionetta.

Dopo la prima edizione che si è tenuta nel maggio 2010 al Museo Antonio Pasqualino, ritorna il festival "Finzioni - Videoracconti contemporanei", progetto a cura di Paola Nicita, che si terrà da venerdì 6 a domenica 8 maggio: il progetto propone una nuova serie di appuntamenti con la proiezione di video e la presenza degli artisti che introducono il proprio lavoro. Inoltre, novità di quest’anno sarà la collaborazione con lo storico Festival di Kassel, appuntamento per la videoarte internazionale. Per ciascuna delle tre sere, saranno proiettati due video provenienti da una selezione di autori realizzata in occasione del venticinquennale della rassegna tedesca. Per il decennale della proclamazione dell'Opera dei pupi nella lista del Patrimonio Orale e Immateriale dell'Unesco, il museo organizzerà, da lunedì 16 a domenica 22 maggio, sette giornate interamente dedicate all’Opera dei pupi. Primo appuntamento, lunedì 16 maggio, è la mostra dal titolo "L’opera dei pupi. Mostra del teatro siciliano delle marionette": saranno esposti immagini di pupi armati della tradizione palermitana e catanese, cartelli e fondali provenienti da teatrini di diverse aree della Sicilia. Martedì 17 maggio tavola rotonda sul tema "L’Opera dei pupi a 10 anni dal riconoscimento Unesco. Il patrimonio culturale intangibile e le espressioni tradizionali orali"; mercoledì 18 maggio, in occasione della Giornata internazionale dei musei, ecco una conferenza tenuta dal professore Antonino Buttitta dal titolo "Musei e Memoria". Giovedì 19 maggio ecco la presentazione del volume "Sul filo del racconto. Gaspare Canino e Natale Meli nelle collezioni del Museo". Ultimo appuntamento della settimana domenica 22 maggio con lo spettacolo di Opera dei pupi portato in scena da Alfredo Mauceri dal titolo "Orlando al giardino incantato di Drogantina".

Le attività culturali del Museo Antonio Pasqualino riprenderanno domenica 2 ottobre con l’inaugurazione della mostra di Emanuele Lo Cascio "Chanson de geste", che aprirà la "Giornata del contemporaneo", progetto che vuole proprio porre l’attenzione sui linguaggi contemporanei. La mostra parlerà della Sicilia attraverso una serie di installazioni, fotografie e opere video tra cui "The Reasons of The Leopard" che trae spunto da "Il Gattopardo" di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Dulcis in fundo, da sabato 5 novembre e fino a domenica 27 novembre, si apre il XXXVI Festival di Morgana, che quest’anno si snoderà tra "I fili dell’opera". Il progetto vuole unire la tradizione del teatro delle marionette con la musica e l’opera lirica, di modo che il pubblico siciliano possa riscoprire un’eredità comune le cui radici risalgono al XVIII secolo. Ultimo appuntamento a dicembre per il Pasqualino, con la mostra dedicata a Tadeusz Kantor "Le regole del caos", una retrospettiva che rievoca l’avventura umana del gruppo di giovani artisti animato da Kantor a metà degli anni ’50 che, ispirati da cubismo e dadaismo, arrivarono all'informale, all'happening, all’environment offrendo una sorta di bilancio delle utopie del nostro secolo. Per ulteriori informazioni sulle attività chiamare il numero 091.328060.

ARTICOLI RECENTI