SOCIETÁ

HomeMagazineLifestyle

Oviesse al posto di Mondadori e Max Mara sotto i portici: cambia il salotto di Palermo

Si sposta nello stabile dove oggi c'è Mondadori - che non chiude - l'azienda di abbigliamento e accessori mentre dove c'era "Stefanel" apre un punto Max Mara

Balarm
La redazione
  • 11 luglio 2017

via Ruggero Settimo di Palermo

Gli addetti ai lavori sapevano, ma fino a ieri non è stata ufficializzata la notizia: Oviesse occuperà l'edificio che ospita lo store della Mondadori.

Dischi, libri e informatica verranno sostituiti da abiti, borse e accessori per tutta la famiglia anche se, sembra, il gruppo Mondadori continuterà ad avere uno spazio all'interno dello stabile di via Ruggero Settimo.

Infatti le voci vedevano il megastore spostarsi altrove, in realtà non verrà aperto un altro negozio in città e non verranno distribuiti tutti e 14 i dipendenti negli altri punti vendita: il megastore Mondadori si restringe ma resta.

Sette di loro passeranno alle dipendenze del Gruppo Coin (di cui fa parte Oviesse) e gli altri sette resteranno in casa Mondadori.

Altro giro, altra corsa per i locali sotto i portici all'altezza dei "Quattro Canti di Campagna" ovvero l'incrocio tra via Ruggero Setimo e via Mariano Stabile.

Li dove fino a poco tempo fa c'era un punto vendita monomarca "Stefanel" aprirà invece il gruppo "Max Mara". Con buona pace di chi sognava l'Apple Store aprirà i battenti l'azienda fondata dal Cavaliere Achille Maramotti nel 1951.

Non si sa ancora se sarà un punto vendita del tutto nuovo per Palermo o se invece sarà sede di uno dei negozi già esistenti in zona tra quelli appartenenti al Gruppo tra cui Max&Co, Marella, Persona o Penny Black.

Intanto il nuovo negozio Oviesse in via Ruggero Settimo pare apra entro l'anno nella via intitolata al patriota palermitano Ruggero Settimo, che condusse il governo rivoluzionario del 1848.

Da anni la strada è definita come il "Salotto di Palermo" per la forte presenza di boutique di alto profilo oggi in gran parte sostituiti da catene internazionali. Tuttavia per molti palermitani resta ancora il "Salotto" in cui passeggiare.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI