IL SOGNO ROSANERO

HomeMagazineSport

Palermo: un punto in più e una partita in meno

  • 10 maggio 2004

E’ passata un'altra settimana ed il Palermo si ritrova con un punto in più in classifica e una partita in meno da disputare. Il bilancio dell’ultima trasferta in territorio bergamasco può definirsi, tutto sommato, positivo. Il pareggio ottenuto in casa della terribile matricola Albinoleffe, infatti, consente ai ragazzi guidati da Guidolin di mantenere il primo posto, anche se alcune delle inseguitrici (vedi Livorno e Cagliari), continuano a vincere e ad avvicinarsi alla formazione rosanero. La partita giocata lo scorso sabato (8 maggio), rientrava nel programma della quarantunesima giornata del campionato di Serie B; come già accennato, il Palermo ha incontrato, a Bergamo, l’Albinoleffe, formazione neo-promossa nel campionato cadetto e vera rivelazione positiva di questa stagione. La squadra di Elio Gustinetti, pur non potendosi avvalere di grandi nomi, ha dimostrato fino ad oggi di possedere un ottimo impianto di gioco fatto di aggressività e voglia di giocare che ha messo spesso in difficoltà avversari più quotati e, sulla carta, meglio attrezzati della formazione lombarda.



Nei primi 45 minuti del match, le due squadre si sono affrontate a viso aperto confezionando una serie di occasioni non concretizzate, anche per la bravura dei due portieri, soprattutto, di Gianluca Berti che ha sfoderato un paio di prodezze neutralizzando  alcune belle iniziative di Davide Possanzini. Ma le due reti che hanno fissato il risultato sul definitivo 1-1 sono arrivate entrambe nella ripresa, quando il Palermo, dopo appena 5 minuti, si è ritrovato improvvisamente in inferiorità numerica in seguito all’espulsione diretta di Emanuele Filippini autore di un brutto fallo su Colombo; i rosanero, in 10, sono comunque riusciti a portarsi in vantaggio grazie ad una rocambolesca azione che ha visto protragonisti l’ex di turno Biava e il bomber Luca Toni, al quale è stata assegnata la rete che, così, lo porta a quota 26 nella classifica dei marcatori.

Dopo il vantaggio il Palermo ha subito la reazione dei padroni di casa che, favoriti dall’uomo in più, hanno pressato la squadra rosanero che ha risentito di un po’ di giustificata stanchezza. E così, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Raimondi è riuscito a colpire di testa a centro area sorprendendo Berti e insaccando il pallone sotto la traversa; un pareggio giusto e meritato in virtù di quello che si è visto nel corso dell’incontro. A fine partita Toni e compagni sono andati, come sempre, a ringraziare i quasi 2.000 tifosi rosanero giunti da ogni parte d’Italia e capaci di incitare i propri beniamini per tutti i 90 minuti. Adesso si torna in città, tra i balconi imbandierati e le strade colorate; sabato prossimo al Barbera arriva il Vicenza e in 35.000, allo stadio, cercheranno di spingere i ragazzi ad ottenere la vittoria.
Ormai la meta è vicina..il conto alla rovescia è arrivato a -5.

ARTICOLI RECENTI