PASQUA

HomeMagazineTerritorio

Riti, arte, spettacoli: la Pasqua a Palermo e in Sicilia tra sacro e profano

Pasqua a Palermo e in Sicilia: tra il sacro e il profano si alterneranno momenti di devozione, rappresentazioni religiose, spettacoli di luce e visite ai musei aperti

  • 13 aprile 2017

Da credenti o da profani, ogni festa religiosa siciliana porta con sé un enorme bagaglio culturale e offre allo sguardo dei visitatori scenografie caratteristiche: ed è per rievocare la solennità cristiana della resurrezione di Gesù che Palermo e la Sicilia intera festeggiano la Pasqua tra manifestazioni, cortei, spettacoli e processioni.

Una delle ricorrenze più importanti dell’anno liturgico, la Pasqua ha dato origine a molte feste cittadine, ognuna con le proprie tradizioni, le proprie forme espressive teatrali e simboliche. Così, a Palermo i festeggiamenti partono dal giovedì santo, giorno 13 aprile, con le messe e con la sacra rappresentazione dell’ultima cena in via Generale Cadorna alle ore 16.

Venerdì 14 aprile alle ore 15 in piazzale Cadorna, in scena la sacra rappresentazione della passione e morte di Gesù e alle 16 avvio delle processioni con i fercoli di Maria Santissima Addolorata e Cristo Morto dalle chiese San Giovanni alla Guilla, Sant’Isidoro Agricola, San Nicola da Tolentino, San Matteo, Santa Maria dell’Itria e Santa Maria La Nova.

Sabato 15 aprile alle ore 10 nella chiesa dei Santissima dei quaranta Martiri alla Guilla in programma il rito della Madonna Desolata; alle ore 18 per le vie di Ballarò in scena invece “Il Vangelo secondo San Matteo”.

Il cuore della manifestazione religiosa, che raccoglie i fedeli nel momento più solenne della Pasqua, la notte di sabato alle ore 22 con la celebrazione della veglia pasquale in tutte le chiese parrocchiali e nelle rettorie.

Per consentire a turisti, visitatori, cittadini curiosi e fedeli di vivere in tranquillità la festa e partecipare alle tradizionali processioni, il centro storico sarà chiuso al traffico, con la temporanea sospensione della Ztl di alcune zone delle città (visualizza mappa della viabilità).

Parallelamente alle processioni e alle messe, in piazza Pretoria è in programma invece "Rinasce Palermo", tre giorni di spettacoli di luci, colori e suoni, con la tecnica del video mapping; una manifestazione organizzata durante le festività pasquali proprio per restituire il senso di un legame tra il concetto di resurrezione cristiana e quello della rinascita della città.

Tanti i luoghi aperti e visitabili per Pasqua, come il Museo Diocesano di Palermo aperto fino a venerdì 14 dalle ore 9.30 alle 13.30, sabato 15 dalle 10 alle 18 e la domenica di Pasqua dalle ore 9.30 alle 13.30. Venerdì 14 e sabato 15 in programma l'apertura serale della Torre di San Nicolò all'Albergheria.

Domenica 16 aprile a lunedì 17 aperti al pubblico anche alcuni dei luoghi riconosciuti patrimonio Unesco come il Complesso di San Giovanni degli Eremiti, Chiostro di Monreale, Castello della Zisa. Un'occasione per visitare anche il Monastero di Santa Caterina a Palermo aperto sabato dalle 10 alle 19, il giorno di Pasqua dalle 10 alle 13 e per Pasquetta dalle 10 alle 19.


Tra gli appuntamenti più caratteristici in giro per la Sicilia, la "Festa di li schietti"a Terrasini, a Piana degli Albanesi con il fascino dei riti pasquali greco-albanesi o a Prizzi con il "U ballu ri diavuli".

Per scoprire gli altri eventi in programma a Palermo e in Sicilia, è possibile visitare il calendario di Balarm.

articoli recenti