IL CASO

HomeMagazineTerritorio

Sequestrato il Marabù

Balarm
La redazione
  • 5 giugno 2006

Gli agenti della Polizia amministrativa della questura di Palermo, nell'ambito di una serie di controlli su locali notturni del centro storico, hanno sequestrato il Marabù, frequentatissimo discopub di via Venezia. Gli uomini della polizia avevano segnalato il Marabù all’Autorità giudiziaria dopo avere accertato la presenza all’interno del locale di più di cento persone intente a ballare su musiche diffuse da un impianto Hi-Fi senza che il titolare fosse provvisto della licenza per intrattenimenti danzanti e spettacoli.

Altri accertamenti e indagini avevano permesso inoltre di raccogliere le lamentele dei residenti contro gli schiamazzi notturni che quasi sempre proseguivano fino alle prime ore del mattino. Il Tribunale di Palermo ha dunque disposto un sequestro preventivo dell’esercizio. E' stato inoltre indagato in stato di libertà il gestore del locale, che non era provvisto della licenza per svolgere attività di discoteca. Ad aggravare ulteriormente la sua posizione è stata anche la perseveranza nella condotta illegale, dopo che lo scorso marzo il questore di Palermo lo aveva diffidato dal proseguire l’attività abusiva. E' l'ultimo episodio di una serie di controlli che negli ultimi mesi gli agenti di Polizia hanno effettuato per arginare i comportamenti illeciti da parte dei gestori degli esercizi notturni (vedi anche l'articolo di Andrea Cottone "Un giro per locali notturni tra sequestri e irregolarità".
red.




ARTICOLI RECENTI