SPORT

HomeMagazineSport

"SiciliaScherma": il Congresso Mondiale della Fie

Viene organizzato ogni due anni il congresso della Federazione Internazionale di Scherma. Dopo Madrid 2007 la manifestazione arriva in Sicilia

  • 21 novembre 2009

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Dopo circa quarant’anni dall’ultimo congresso svolto nel nostro paese, la F.I.E. (Fedération Internationale d’Escrime), con sede a Losanna, ha scelto come luogo del convegno mondiale la Sicilia e principalmente la città di Palermo. Si terrà infatti sabato 21 e domenica 22 novembre, nella sala Congressi dell’Hotel San Paolo Palace (via Messine Marine 91) il Congresso Mondiale della FIE che prevede, dalle 9 alle 18 (sabato) e dalle 9 alle 17 (domenica) diversi momenti.

L'iniziativa è anche un riconoscimento al lavoro svolto dal progetto “SiciliaScherma 2009-2010”, che ha come obiettivo quello di sviluppare il mondo della scherma e, insieme, di valorizzare l’esclusivo e straordinario patrimonio naturale, storico, artistico e culturale della Sicilia. Si discuterà delle Olimpiadi di Londra del 2012, dell’accettazione delle nuove Nazioni entranti in FIE, dei Mondiali Veterani del 2010 e dei Campionati Mondiali Assoluti di Scherma del 2011 con lo svolgimento delle importanti votazioni che decreteranno una delle quattro città candidate per questo grande evento sportivo, Budapest (Ungheria), Tianjin (Cina), Varna (Bulagaria) e Catania (Sicilia), sede dell’evento.



Durante la conferenza stampa che si è tenuta, venerdì 20 novembre nella sala Congressi dell’Hotel delle Palme, sono intervenuti il Russo Alisher Usmanov, Presidente della FIE, Giorgio Scarso, Presidente della federazione Italiana di Scherma, Sebastiano Manzoni, Comitato Regionale Sicilia e Presidente del Comitato Organizzatore progetto Sicilia Scherma, Nino Strano, Assessore al Turismo e Massimo Costa, Presidente del CONI Sicilia che ha dichiarato: «La scherma ha una forte tradizione in Sicilia e in Italia rappresenta, ad oggi, la disciplina con il medagliere più ricco grazie soprattutto ai grandi campioni che abbiamo».

Si è discusso anche del grande evento sportivo che accompagnerà questi due giorni di conferenze che si terrà sabato alle 21.30 all’interno del Teatro Politeama “Garibaldi” (Piazza Ruggero Settimo): il torneo “Memorial Wladimiro Calarese”, un omaggio a uno dei più grandi sciabolatori italiani, siciliano, di tutti i tempi. A contendersi l’omonimo trofeo saranno otto schermidori, i migliori attuali sciabolatori al mondo e vincitori dei più importanti tornei schermistici del 2009, il Campione Olimpico Pechino 2008, Man Zhong (sciabola individuale), il Campione del Mondo Antalya 2009, Nicolas Limbach (sciabola individuale), il Campione Europeo 2009, Veniamin Reshetnikov (sciabola individuale), il Campione Africano 2009, Mamoudou Keita, Il Campione Italiano 2009 Luigi Tarantino, il Campione Panamericano Jason Rogers, la medaglia d’Argento ai Campionati Mondiali di Sciabola a Squadre Antalya 2009, Giampiero Pastore e il Campione Olimpico Sciabola Individuale Atene 2004 e Medaglia d’Argento ai Campionati Mondiali sciabola a squadre Antalya, Aldo Montano.

Questi otto atleti di altissimo livello si sfideranno in una gara ad eliminazione diretta. Decisi già gli abbinamenti: Tarantino – Zhong, Pastore – Reshetnikov, Montano – Rogers e Limbach – Keita. «Questa è sicuramente un ottima occasione per ricordare mio padre – dice Gianguido Calarese, figlio dello sportivo – vorrei, però che non venisse ricordato solo come uno dei più forti sciabolatori di tutti i tempi. È stato anche uno scienziato molto apprezzato». Alla manifestazione prenderanno parte anche i quattro componenti della squadra con i quali Wladimiro Calarese condivise tenti successi durante gli anni 60: Michele Maffei (Segretario Generale della Federazione Ginnastica d’Italia), Cesare Salvadori, Luigi Chicca, e Rolando Rigoli. «Saranno due giorni di grande sport!» ha dichiarato il presidente Sebastiano Manzoni.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE