CINEMA E TV

HomeMagazineCulturaCinema e Tv

Una rassegna in onore di Brecht

Balarm
La redazione
  • 6 marzo 2006

Una rassegna cinematografica in onore di Bertolt Brecht. La manifestazione è stata inaugurata a Palermo su iniziativa del Goethe-Institut e del Teatro Biondo Stabile di Palermo, in occasione del cinquantenario della morte del grande autore tedesco e in vista del debutto dello spettacolo “Bravo Bert!” di e con Gabriello Montemagno, previsto per il 15 marzo. La rassegna, dal titolo “Werkstatt Bertolt Brecht”, è un omaggio al talento di un artista che si è espresso nella molteplicità dei linguaggi del Novecento, dal teatro al cinema, dalla poesia alla letteratura e per questo offre una programmazione che dà un'immagine del drammaturgo il più completa e insieme autentica possibile.

Tra film muti e sonori realizzati in un arco di tempo che va dal 1923 al 1993, oltre al film per la giornata inaugurale, quel "Die Mysterien eines Frisiersalons" ("Misteri di un salone di parrucchiere") una produzione tedesca del 1923 diretto da Bertolt Brecht, con Karl Valentin (un film grottesco, dove la comicità surrealistica del leggendario cabarettista Karl Valentin e la vena sarcastica brechtiana trasformano un salone di parrucchiere in un caotico teatro della crudeltà), verranno presentati anche: "Die Dreigroschenoper" ("L'opera da tre soldi", 1931) diretto da Georg Wilhelm Pabst; "Leben des Galilei" ("Galileo", 1947) per la regia di Joseph Losey; "Mutter Courage und ihre Kinder" ("Madre Coraggio e i suoi figli", 1961) con Helene Weigel e il film documentario su Brecht realizzato da Hans Crgen Syberberg con preziosi materiali filmati realizzati negli anni Cinquanta e rieditati nel 1993.

Le proiezioni avranno luogo nella sala Giorgio Strehler del Teatro Biondo di Palermo (in via Roma, 258), nelle giornate del 10, 17 e 24 marzo per proseguire al Teatro Bellini (piazza Bellini, 7) nelle giornate del 7 aprile e del 5, 12 e 19 maggio, sempre alle ore 17. Tutti i film della rassegna sono in pellicola, nella loro versione originale con sottotitoli in inglese. Il catalogo della rassegna e schede in lingua italiana saranno a disposizione del pubblico ad ogni proiezione. L'ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti. Per informazioni: Goethe-Institut, Cantieri Culturali alla Zisa, via Paolo Gili 4, Palermo. Telefono 091.6528680.
lau. sim.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI