GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

HomeMagazineSocietàAttualità

"Ogni donna uccisa è una ferita per ciascuna di noi": contro la violenza di genere, ogni giorno

Nel 2021 sono stati 103 i femminicidi, in Italia. Ben 771 le donne che hanno chiesto aiuto al Centro Antiviolenza Le Onde di Palermo nei primi 10 mesi dell'anno

Balarm
La redazione
  • 25 novembre 2021

foto di Lorella Aiosa

«Ogni anno sono più di cento le donne che vengono uccise per mano di un uomo. Un uomo che conoscono bene e con cui hanno una relazione di coppia o d’amicizia. Con cui hanno avuto una relazione intima. Nel 2021, 103 i femminicidi, il 40% di tutti gli omicidi commessi in Italia (report del Servizio analisi criminale della Direzione centrale della Polizia criminale)».

Sono questi i dati, allarmanti e tragici, che riporta il comunicato stampa del Centro Antiviolenza Le Onde di Palermo e che riportiamo di seguito.

«Donne uccise, le loro figlie e i loro figli orfani, vittime collaterali quelle che fortuitamente erano vicine o sono andate in aiuto a quella donna. Il danno è per la società tutta perché la violenza è radicata nelle relazioni di potere tra i sessi e vede le donne come le principali vittime.

Abbiamo plaudito quando l’Italia ha ratificato la Convenzione di Istanbul contro la violenza alle donne nel 2014 e quando taluni aspetti della normativa sono stati adeguati ai suoi principi. Quando il tema della prevenzione e del contrasto alla violenza è divenuto discorso pubblico. Non basta, serve un cambiamento strutturale.



Sono circa 50 mila le donne che si sono rivolte ad un Centro Antiviolenza in Italia (Istat), di cui 20.015 le donne che si sono rivolte ai Centri Antiviolenza gestiti dall’associazione nazionale Donne in rete contro la violenza - D.i.Re. (dati 2020), nell’nno del Lockdown, l’anno in cui le donne hanno dovuto convivere con il partner violento durante la pandemia.

Sono ben 771 le donne che hanno chiesto aiuto al Centro Antiviolenza Le Onde nei primi 10 mesi del 2021.

La violenza verso le donne non è un’emergenza. È ancora difficile per molte donne chiedere aiuto. E uscire dalla violenza è un’azione faticosa di cambiamento della propria vita e di quella dei propri figli. Il Centro antiviolenza le sostiene e accompagna in rete coi servizi pubblici, le forze dell’ordine, i Tribunali.

Le Onde dal 1992 si dedica a questo con il centro Antiviolenza che risponde alle donne, alle operatrici e agli operatori, alle cittadine ed ai cittadini, le due case rifugio e lavorando in rete con tutti i servizi della città.

È importante fare emergere il dolore e il vissuto prima che la violenza sia troppo grave. È fondamentalecredere alle donne e sostenerle nei percorsi di uscita dalla violenza e sostenere bambine e bambini che ne sono testimoni. Ed è importantissimo valutare i rischi che quella donna e i suoi figli possono correre».

Quest’anno per il 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donnea, sono molte le iniziative a Palermo così come nel resto della Sicilia e del paese.

A palermo alle ore 17, un momento di confronto e partceipazione si terrà in piazza Verdi "per ribadire che Ogni donna uccisa è una ferita per ciascuna di noi". Ogni donna che affronta con gioia la propria vita libera dalla violenza è un cambiamento per il mondo.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI