CURIOSITÁ

HomeMagazineLifestyleSocietà

Panorama stregato, notte e fuoco: la storia dietro la foto dell'Etna scelta dalla NASA

La bellezza del panorama siciliano fa il giro del mondo grazie ad una foto dell’astro-fotografo Dario Giannobile, scelta dalla NASA come Astronomy Picture Of the Day

Giuliana Imburgia
Giurista e fashion addicted
  • 21 agosto 2019

La foto scattata dall’astro-fotografo siciliano Dario Giannobile scelta dalla NASA come APOD (Astronomy Picture Of the Day

Ancora una volta la bellezza del panorama siciliano fa il giro del mondo grazie ad una foto scattata dall’astro-fotografo siciliano Dario Giannobile, che è stata scelta dalla NASA come APOD (Astronomy Picture Of the Day - Fotografia astronomica del giorno).

L’ultima eruzione dell’Etna, avvenuta tra giorno 27 e giorno 28 luglio scorso, ha regalato a tutti gli appassionati di natura, vulcanismo e fotografia uno spettacolo maestoso. Due colate di rossa lava che si sono sviluppate presso il Nuovo Cratere di Sud est accompagnate da emissioni di ceneri e lapilli incandescenti.

Ma, quando si dice essere l’uomo giusto, al posto giusto e al momento giusto, l’astrofotografia di Giannobile immortala qualcosa di più raro del semplice fenomeno effusivo del cratere vulcanico, perché l’immagine racchiude in un solo scatto tanti fenomeni astrofisici diversi.

«Avevo già programmato, per quel giorno – racconta il fotografo - di recarmi sul versante ovest dell’Etna, in località Piano dei Grilli (Bronte) per riprendere il vulcano impreziosito dal sorgere della Luna in congiunzione con Aldebaran, la stella principale della costellazione del Toro».

«Avendo avuto notizia dai media che l’Etna aveva ripreso l’attività, quella mattina andai convinto di riprendere il bagliore rossastro nel cielo, qualche sbuffo del cratere di sud est e, ovviamente, parte della colata vista di profilo sul versante sud del vulcano».

«Solo che una volta recatomi sul posto – continua Dario - con mia grande sorpresa ho potuto osservare che sulla montagna si erano formate anche delle nubi lenticolari che solo dal versante ovest si allineavano prospetticamente con il cono vulcanico, uno spettacolo davvero raro».

L’astrofotografo ha potuto quindi immortalare con un solo click la Luna in luce cinerea, la congiunzione con la stella Aldebaran, il bagliore lunare che illuminava a più riprese la nube lenticolare, l’eruzione dell’Etna e la colata lavica sul profilo destro del vulcano.

«Le nubi lenticolari - spiega Dario - sono nuvole che si formano quando il vento incontra una montagna o un vulcano, che ne alterano il percorso - Quando dell’aria umida staziona sopra la cima della montagna, con l’interazione di queste onde, si formano le nubi lenticolari che, anche se in continuo movimento, sembrano immobili sul cielo».

Lo scatto non è passato inosservato alla NASA che si è lasciata incantare da una delle meraviglie della nostra Sicilia, scegliendo l’immagine come fotografia astronomica del giorno APOD (Astronomy Picture Of the Day).

Non è la prima volta che l’ente spaziale americano premia la bellezza della nostra terra, avendo infatti già eletto come APOD un’immagine del panorama siciliano, sempre scattata dall’astrofotografo Dario Giannobile in quel di Siracusa (ne abbiamo parlato qui .

«Vorrei avere la possibilità di fotografare in notturna il Teatro di Andromeda (da tutto il mondo arrivano in Sicilia per vederlo) in collaborazione con i suoi proprietari - conclude Dario - per fare in modo che venga conosciuto non solo in Italia ma anche in tutto il mondo».

ARTICOLI RECENTI