MODA

HomeMagazineLifestyle

Passerella a cielo aperto per Gucci: shooting tra le rovine e la natura di Selinunte

Al Tempio e al museo sono stati allestiti i gazebo per sarte, truccatori, parrucchieri, modelle e modelli: il Parco è diventato una grande passerella naturale

Lilia Ricca
Drummer & music lover
  • 23 gennaio 2019

Uno scatto dello shooting di Gucci a Selinunte

Il Tempio di Hera, il museo Baglio Florio e l'intero paesaggio rurale del Parco Archeologico di Selinunte hanno fatto da sfondo all'ultimo shooting di casa Gucci: il noto marchio di alta moda italiano ha infatti scelto queste vallate antiche per esaltare gli abiti e gli accessori di lusso della nuova collezione

Nei pressi appunto del Tempio e del museo sono stati allestiti diversi gazebo dove sarte, truccatori, parrucchiere, modelle e modelli hanno trasformato l’area archeologica in una grande passerella naturale.

Quello che sta avvenendo in queste ore a Selinunte non può dunque che riempire di orgoglio i siciliani che vivono in Sicilia, o chi si trova all’estero e ha una voglia matta di tornare spesso in Sicilia per vivere delle sue bellezze.

Che questa terra abbia goduto da un anno a questa parte di una fama internazionale è indiscutibile: artisti, registi, imprenditori, sportivi e perfino stilisti, come Dolce & Gabbana, si sono recati in Sicilia, a Palermo e non solo, per raccontare le bellezze naturalistiche e artistiche dell'isola.

Ricordiamoci anche del Google Camp, all’interno del Parco Archeologico di Selinunte, con i suoi Templi, che hanno fatto da cornice all'evento più atteso del 2018 con numerosi artisti e vip internazionali che si sono recati in Sicilia, artisti come Lenny Kravitz, Sting, Stella McCartney e Bradley Cooper e i vip internazionali come la famiglia Elkann, la regina Rania di Giordania e il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg.

Si tratta dello stesso Parco Archeologico di Selinunte trasformato in una passerella a cielo aperto per le riprese di un nuovo spot pubblicitario di Gucci.

La casa di alta moda è approdata tra le colonne del Tempio di Hera con il suo grande entourage e pare abbia in programma di stare fino a venerdì 25 gennaio.

Ps: un nota del direttore del Parco, Enrico Caruso, conferma la chiusura dell'area archeologia alle visite nei giorni dal 21 al 25 gennaio.

articoli recenti