LAVORO

HomeInformagiovaniLavoro

Per chi ha la licenza media (o il diploma): l'Ars torna ad assumere, come candidarsi

Sono 23 i posti messi in palio dall'Assemblea Regionale Siciliana che ha pubblicato il bando di concorso per la figura di assistente parlamentare. Ecco come partecipare

Balarm
La redazione
  • 1 febbraio 2021

Palazzo dei Normanni (o palazzo Reale) sede dell'Ars

All'Assemblea Regionale Siciliana si torna ad assumere. Dopo la selezione di 11 consiglieri e 8 segretari parlamentari, è stato infatti pubblicato il bando di concorso per la figura di assistente parlamentare.

Sono 23 i posti in palio e c'è tempo fino alle 12.00 dell'1 marzo per partecipare. La qualifica di assistente parlamentare è la più bassa fra quelle prevista all'Ars ma garantisce comunque uno stipendio di base di 1.534 euro netti.

I requisiti e come partecipare
I requisiti sono essere maggiorenni, avere conseguito la licenza media con il massimo dei voti (o il diploma della scuola superiore con qualsiasi voto), essere cittadini dell'Unione europea e non aver superato i 41 anni.

Per partecipare bisogna iscriversi al concorso sul sito dell'Ars (sezione concorsi) e pagare una contributo di segreteria di 10 euro, a titolo di parziale rimborso delle spese.

Al momento del primo invio del modulo di domanda si verrà indirizzati sul portale PagoPa, la piattaforma digitale per i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione. Basta quindi seguire le indicazioni, scegliere il metodo di pagamento e tornare all'interno del portale concorsi dell'ARS dove si potrà scaricare, la ricevuta telematica della transazione avvenuta.



La data e l'ora di invio della domanda valide ai fini della partecipazione al concorso sono quelle in cui viene premuto il tasto "INVIA" nel modulo di domanda, e non quelle di generazione della ricevuta di pagamento.

Prove selettive
Il bando di conorso prevede una prova preselettiva, tre test scritti e un orale.

La preselezione permette di scremare l'elenco dei partecipanti fino a 400 candidati e consiste in 50 quesiti (20 domande logico-matematiche, 20 domande critico-verbali e 10 domande sulla conoscenza dell'inglese.

Chi supera la preselezione, affronta i test scritti che riguardano i seguenti temi: storia e diritto costituzionale, il primo soccorso e la sicurezza sul lavoro e un'ultima prova ancora una volta sull'inglese.

Infine l'orale, diviso in tre fasi e basato sulle stesse materie delle prove scritte.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il bando di concorso, scaricabile in pdf.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI