NUOVI SPAZI

HomeMagazineCultura

Per chi non può andare: il tour virtuale al giardino d'arte di palazzo Reale a Palermo

A realizzarlo sono stati i "giardinieri" di Radicepura, un grande vivaio a Catania gestito dalla famiglia Faro: lì dove c'era l'asfalto oggi c'è un giardino tra piante e installazioni

Balarm
La redazione
  • 5 giugno 2019

Un giardino composto da un’istallazione con struttura in ferro e corde con passaggio interno su una pedana e aiuole laterali di 14 metri che si inseriscono nel disegno di una stella a otto punte a pavimento: un giardino, aperto a tutti, è sorto al posto dell'asfalto sulla piazza del Parlamento di Palermo.

All'ombra del palazzo Reale il giardino culturale dinamico si chiama "Passage du Mediterranean" (Passaggio del Mediterraneo) e ha un diametro di ventotto metri.

La forma di stella a otto punte è il simbolo del giardino federiciano e rievoca le decorazioni seriali che ci sono all'interno della Cappella Sistina e, più in generale, di palazzo Reale: il numero otto ha infatti segnato la vita dell'imperatore Federico II e determinò parecchie delle sue scelte in ambito simbolico.

A realizzarlo sono stati i "giardinieri" di Radicepura, un grande vivaio a Catania gestito dalla famiglia Faro. La sua forma Indica l'equilibrio tra cielo e terra, l'idea di infinito che riassume i capisaldi di mondi apparentemente diversi ma capaci di convivere nella Palermo medievale.

Il giardino rappresenta il legame della Natura che si rigenera all'infinito con il trascorrere delle stagioni: un significato culturale che si sviluppa su un percorso universale riconducibile alla scienza e alla natura in tutte le culture sviluppate dallì'uomo.

La Fondazione Federico II e l'Ars si sono impegnati per dare vita ai giardini di palazzo reale: 70mila persone sono entrate a visitarli da giugno 2018 a oggi, «Puntiamo sulla cultura - dice Gianfranco Miccichè, presidente dell'Ars - la collaborazione con la Fondazione è preziosa anche per rilancio di palazzo dei Normanni in quanto monumento».

La piazza del Parlamento è una piazza storica della città: costeggia orso Vittorio Emanuele e si affaccia su piazza della Vittoria (con Villa Bonanno) ed è arricchita da diversi monumenti.

Tra Porta Nuova, il Teatro marmoreo con Filippo V di Spagna dei primi anni del XVII secolo e l'ex ospedale di San Giacomo dei Militari, oggi parte delle Caserme Dalla Chiesa-Calatafimi, è stato deciso di pedonalizzarla (soltanto) nel 2015.

Da diversi decenni trasformata in parcheggio per auto, la piazza era già stata oggetto di studi: nel 2013 l'allora Presidente dell'Assemblea Regionale Giovanni Ardizzone aveva affermato di voler recuperare alla fruizione pubblica lo spiazzale davanti il Palazzo.

ALTRI VIDEO