ATTUALITÀ

HomeMagazineSocietàAttualità

Qualcosa si muove sul Ponte Corleone: spiragli dalla relazione tecnica, i dettagli

Dopo i risultati più confortanti evidenziati dalla relazione tecnica redatta dai consulenti nominati dal Comune, arriva un'ordinanza con nuove disposizioni per il transito

Balarm
La redazione
  • 10 marzo 2022

Il ponte Corleone a Palermo

Grazie a un incontro in prefettura qualcosa si muove sul fronte del Ponte Corleone. C'è un elemento che sin da subito permetterà di arginare l'emergenza sulla circonvallazione attenuando i disagi alla mobilità venuto alla luce dai risultati più confortanti evidenziati dalla relazione tecnica redatta dai consulenti nominati dal Comune.

Una riunione tecnica alla quale hanno preso parte il prefetto Giuseppe Forlani, il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore ai Lavori pubblici, Maria Prestigiacomo e la Icaro Progetti che ha presentato la relazione inerente alle indagini strutturali riguardante il ponte Corleone. Al vertice hanno partecipato anche il commissario straordinario per il raddoppio del Ponte Corleone, Matteo Castiglioni e i vertici di Anas

Per l'assessore Prestigiacomo «si tratta di un inizio di un percorso che porterà alla risoluzione del problema» oggi è stato istituito un tavolo tecnico con l'obiettivo di definire le limitazioni meno pesanti di transitabilità del ponte.
Adv
L'assessore ha sottolineato come «da oggi siamo finalmente ad una svolta positiva che riguarda il Ponte Corleone. La relazione della Ditta Icaro Progetti con il conseguente certificato di transitabilità consente al Comune di alleggerire le restrizioni sul ponte».

In particolare nella nuova ordinanza la transitabilità sarà soggetta ad alcune restrizioni, due corsie di veicoli di 3,5 +3 metri disposte centralmente per ogni carreggiata con una limitazione di 40 tonnellate e di 50 chilometri orari.

«Stiamo anche lavorando - aggiunge - per risolvere la problematica che riguarda la chiusura delle strade laterali al ponte e pensiamo di potere dare a breve risposte ai cittadini ed agli imprenditori che in questo momento si trovano in difficoltà a causa delle restrizioni dovute alla precedente relazione, naturalmente per noi è sempre prioritaria la sicurezza dei cittadini».

Il Comune, in questa fase molto delicata, è riuscito a trovare la disponibilità economica per la messa in sicurezza del Ponte attraverso somme destinate al Patto per il Sud del Comune di Palermo quindi somme già destinate al Comune . Il Commissario Castiglioni, su indicazione del Comune, sta anche predisponendo un piano per la segnaletica verticale ed orizzontale, molto importante per fare rispettare le limitazioni che saranno messe in essere.

La relazione ha però confermato l'esigenza di interventi urgenti oltre alla possibilità di alleggerire le misure già prese per la riduzione del traffico veicolare.

Per il sindaco, «l'incontro di stamattina in Prefettura è stato molto importante per confermare l’impegno della amministrazione comunale a supporto del Commissario e di Anas competenti e per mettere a punto le azioni dell'amministrazione comunale, in sinergia con le istituzioni coinvolte, in ordine alla definitiva messa in sicurezza del ponte Corleone».

Il Comune ha messo a disposizione del Commissario straordinario Castiglioni risorse del Patto per Palermo che consentiranno di avere il progetto esecutivo entro giugno e di affidare i lavori ad imprese Anas già individuate con accordi quadro che potranno essere definiti entro la primavera del prossimo anno.

Inoltre il Commissario sta portando in conferenza di servizio il progetto delle bretelle laterali al ponte che il Comune aveva già affidato alla ditta vincitrice dell'appalto per eseguire la progettazione.

Speriamo che il traffico sul Ponte Corleone, almeno questo, rimanga presto un ricordo anche se a qualcuno forse mancherà incontrarsi con un vecchio amico o un lontano parente mentre si attende nelle proprie auto di attraversare il restringimento. O forse no.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE