AMBIENTE

HomeMagazineSocietàAmbiente

Riaprono al pubblico i giardini di Palazzo Orléans a Palermo: come accedere e cosa vedere

Riaprono dopo quattro anni i giardini di Palazzo Orléans a Palermo, con accesso gratuito e senza necessariamente avere dei bambini a seguito

Alessia Rotolo
Giornalista
  • 5 agosto 2021

I fenicotteri rosa nei giardini di Palazzo Orléans a Palermo

Riaprono dopo quattro anni i giardini di Palazzo Orléans a Palermo, con accesso gratuito e senza necessariamente avere dei bambini a seguito.

Sono più di 350 gli esemplari di uccelli che si possono ammirare in tutta la loro bellezza, dai fenicotteri rosa, ai capovaccai, i pappagalli, i pellicani, i pavoni, gli struzzi e le gru, ma ci sono anche daini, pesci e testuggini, per non parlare della parte botanica del parco (di tre ettari e mezzo), anche quella degna di nota con tante specie di piante e alberi. Un vasto patrimonio faunistico e vegetale.

All'ingresso sono state anche posizionate le palme che prima si trovavano davanti all'ingresso del palazzo, che poi furono tolte perché realizzarono il giardino (della discordia) con nuove piante e fontane.

L'ingresso per i prossimi due mesi è gratuito (agosto e settembre) e si può accedere da martedì a sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 19.00, mentre la domenica dalle ore 10.00 alle 13.00. Dal mese di ottobre è previsto un biglietto di ingresso il cui costo è ancora da definire. Guarda la mappa del giardino.



L'entrata principale dei giardini è siturata davanti al nuovo ingresso in piazza Indipendenza accanto l'ingresso della presidenza della Regione Siciliana, se però ci dovesse essere troppa gente dentro per evitare assembramenti sarà chiesto alle persone di aspettare.

Si può accedere senza alcun tipo di mezzo di trasporto personale, quindi non possono entrare motocicli, biciclette, pattini, monopattini, skateboard ma neppure palloni, aquiloni o altri oggetti che possono arrecare disturbo alla quiete degli animali. Le scolaresche invece dovranno prenotare online per essere scaglionate.

L'ingresso ai minori di 14 anni è consentito esclusivamente se questi sono accompagnati dal proprio genitore, da un parente o un soggetto autorizzato e maggiorenne. Leggi il regolamento.

L'anno scorso è stata siglata una convenzione tra la presidenza della Regione Siciliana e l'Istituto sperimentale zootecnico per la Sicilia, che già da anni ha il compito di provvedere all'alimentazione, alla cura e all'allevamento della fauna ospitata.

Il direttore dell'Istituto Antonio Console è il responsabile del parco, e a lui compete il coordinamento di tutte le attività ordinarie e straordinarie. Per la cura del verde, la pulizia dei viali e delle pertinenze, l'istituto zootecnico si avvale del personale messo a disposizione dai dipartimenti regionali dello Sviluppo rurale e dell'Agricoltura.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI