AMBIENTE

HomeMagazineSocietàAmbiente

Saranno giorni di fuoco: Caronte porta (di nuovo) tanto caldo, in Sicilia picchi oltre i 40 gradi

La terza ondata di caldo della stagione sta arrivando: nelle prossime ore un nuovo anticiclone farà schizzare le temperature fino a 42 gradi. E nel week end non andrà meglio

Balarm
La redazione
  • 22 giugno 2022

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

La spiaggia della Marchesa di Cassibile

Ci aspettano giorni di "fuoco": il grande caldo è pronto a fare ritorno in tutta Italia, ma soprattutto al Sud. La Sicilia ovviamente non mancherà all'appello. Così, dopo Hannibal e Scipione, un altro anticiclone, Caronte (il cui nome spaventa più dei suoi due predecessori), nelle prossime ore inizierà a fare aumentare gradualmente le temperature.

La settimana del Solstizio d'Estate insomma sarà tutta all'insegna dell'afa, con temperature sopra la media stagionale. Il picco è previsto giovedì 23 giugno, quando le massime andranno anche oltre i 40 gradi: al Sud e in Sicilia si potranno arrivare a sfiorare i 42 gradi.

A spiegarlo è il meteorologo di 3BMeteo Carlo Migliore: «Mentre il fresco avanza sulla Penisola Iberica e sulla Francia, l'anticiclone africano posiziona i suoi massimi sul Mediterraneo centrale e l'Italia. I prossimi giorni saranno per noi molto caldi con valori massimi che potranno arrivare persino a superare la soglia dei 40°C nella giornata di giovedì, inquadrabile come il culmine di questa ondata. Faranno da contorno a questa situazione dei temporali collegati allo scorrimento di aria più umida e instabile che sovrasterà la cupola anticiclonica».



Se al Nord nel week end è prevista un'attenuazione dell'afa, al Sud e in Sicilia le cose andranno diversamente. Anzi, nell'Isola è previsto un altro fine settimana "bollente", con temperature ancora sopra i 40 gradi.

«L'evoluzione è ancora piuttosto incerta ma pensiamo che una parte delle regioni settentrionali potrà andare incontro ad una certa instabilità temporalesca ed un calo delle temperature seppur contenuto. Non si tratterebbe di un cambio sostanziale della circolazione ma di un temporaneo e lieve cedimento dell'alta pressione africana che manterrebbe comunque la sua posizione alle basse latitudini continuando a portare caldo intenso al Sud, dove si potranno raggiungere ancora picchi fino a 40°C», precisa ancora l'esperto.

È ancora presto per previsioni precise ma con un giugno così caldo, è molto probabile che luglio non sia da meno. La coda della terza ondata di caldo infatti lascerà effetti anche la prossima settimana: in Sicilia le possibilità che il clima sia molto caldo si fanno sempre più concrete.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE