CURIOSITÀ

HomeNewsTurismoCuriosità

Sembrano tanti alberi ma in realtà è uno solo: il pistacchio in Sicilia raro (e secolare)

Vanta d'essere il pistacchio più antico della zona, non tutti però hanno la possibilità di vederlo da vicino perché si trova nascosto nel giardino di un privato

  • 5 ottobre 2023

Domenico Plano raccoglie un pistacchio dal suo albero secolare

Nelle campagne di Raffadali, in provincia di Agrigento, è facile perdersi tra piantagioni di pistacchio. Ma ad attirare l'attenzione dei curiosi - o quantomeno di quei pochi che hanno la fortuna di notarlo - è un albero in particolare.

Proprio alle porte del Paese, in un appezzamento di terreno, c'è un raro pistacchio ultracentenario che si estende per circa 300 mq. Non tutti però hanno la possibilità di vederlo da vicino perché si trova all'interno di una proprietà privata.

Ogni tanto - soprattutto in occasione del Fastuca Fest - il proprietario del terreno, Domenico Plano, apre le porte del cancello di casa sua e accoglie turisti e curiosi per mostrare quello che vanta d'essere il pistacchio più antico della zona.

Una pianta che ogni anno produce circa 80 chili di pistacchio e che richiede cure tradizionali e manuali in virtù delle sue dimensioni e numerose ramificazioni.

Appena varcata la soglia d'ingresso, di fronte la verandina di casa, si notano una centinaia di frutti - già sgusciati - distesi al sole ad asciugare. «Bastano tre giorni, se non viene giù un diluvio, e sarà pronto per essere mangiato - spiega Domenico - in realtà, si può anche gustare appena raccolto ma senza esagerare troppo se si vogliono evitare problemi di stomaco».
Adv
Ex impiegato in pensione con la passione per l'agricoltura, Domenico ha 72 anni. Le mani incallite dal lavoro in orto, sorride fiero mentre spiega come sgusciare il pistacchio appena raccolto dagli alberi. «Il malto viene tolto la sera - racconta - sennò si inacidisce».

Poi, mostra la vera star della sua proprietà: il pistacchio secolare. «Mi chiedete l'età - afferma - io posso dirvi che quando ero piccolo l'ho trovato già qui, com'è adesso».

Nascosto tra i pistacchi del terreno - da 50, 60 anni in media - l'anziano albero è una ceppaia che si sviluppa a terra con più branche. Una pianta femmina le cui ramificazioni si sono propagate ed estese fino a 300 metri quadri.

«È una pianta particolare, cresce a terra e richiede molta cura - spiega Domenico - La raccolta viene fatta manualmente: uno alza i rami e l'altro mette i pistacchi nel secchiello».

Domenico Plano si prende cura dei suoi pistacchi da ben 35 anni. Il suo raccolto confluisce nei pacchetti confezionati dal consorzio del pistacchio di Raffadali DOP, che mette insieme i tanti piccoli produttori del territorio.

Non ne ha mai fatto un business perché un lavoro già l'aveva, ma - amante del pollice verde - nel tempo libero si è sempre occupato del terreno di famiglia, così come faceva suo nonno e il nonno di suo nonno.

Forse anche loro quando qualcuno chiedeva l'età del pistacchio millenario, avranno risposto - affascinati dalla sua estensione e dal raccolto sempre preciso e puntuale - «So solo che l'ho sempre visto qui».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI