ARTI PERFORMATIVE

HomeInformagiovaniArti performative

"Sole Luna Doc Festival" a caccia di registi e documentari: come partecipare alle selezioni

La giuria internazionale assegna il premio di tremila euro al miglior lungometraggio e un altro riconoscimento di 300 euro al miglior cortometraggio. L'iscrizione è gratuita

Balarm
La redazione
  • 3 dicembre 2021

Proiezioni al Sole Luna Doc film festival

Esperienze umane di viaggi e di contatti, contesti urbani e rurali, storie di violazione o risposte alle crisi ambientali e umanitarie. Questi i temi da esplorare per realizzare lungometraggi e cortometraggi e partecipare così alla 17esima edizione di Sole Luna Doc Film Festival.

La rassegna internazionale di documentari si svolge anche quest'anno a Palermo dal 4 al 10 luglio 2022 e vuole accendere i riflettori sul mondo, la contemporaneità, l’ambiente, i diritti dell’uomo e della Terra.

Il bando è aperto a lungometraggi e cortometraggi ultimati dopo il primo gennaio 2020 e resterà attivo fino al 15 marzo 2022. Possono iscriversi al concorso film documentari di qualsiasi durata. L’iscrizione al festival è gratuita.

A giudicare i film ammessi sarà una giuria internazionale formata da registi e intellettuali impegnati a vario titolo in ambiti sensibili al sociale e alle questioni ambientali, in sintonia con i temi che il Festival si propone di indagare.



La giuria internazionale assegna il premio al miglior lungometraggio in concorso di 3000 euro, offerto dalla Fondazione Sicilia e il premio al miglior cortometraggio, di 300 euro, offerto dal Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino.

Attribuisce inoltre menzioni speciali per: la migliore regia, la miglior fotografia, il miglior montaggio, la migliore colonna sonora.

Previsti inoltre: il Premio Sole Luna, Un ponte tra le culture, al film che meglio esprimerà i valori di solidarietà e comunicazione tra popoli, assegnato dalla presidente dell’associazione. Poi ci sono il premio del pubblico, il premio delle Giurie speciali formate da studenti liceali e da giovani ‘nuovi italiani’ e il premio Rubino Rubini Award in memoria del regista Rubino Rubini ecofondatore del festival.

Per maggiori informazioni sull'iniziativa è possibile consultare online il bando e iscriversi tramite il form online che si trova sul sito del festival.

A produrre ed organizzare il Festival è l’associazione non profit Sole Luna – Un ponte tra le culture il cui principale scopo è quello di promuovere i valori di solidarietà e comunicazione tra i popoli attraverso il cinema del reale e il cinema indipendente e di valorizzare nuovi talenti anche attraverso percorsi formativi con professionisti affermati del settore.

Il progetto è dedicato principalmente alle giovani generazioni e, oltre alle manifestazioni pubbliche e agli eventi che realizza, raggiunge anche le scuole superiori italiane offrendo rassegne a tema e progetti di alternanza scuola /lavoro oltre ad accogliere tirocinanti e stagisti universitari.

Dal 2006 sono oltre 125 mila gli spettatori che hanno partecipato al festival mentre l’archivio Sole Luna raccoglie circa 10 mila documentari provenienti da tutto il mondo.

Il Festival è presieduto da Lucia Gotti Venturato, ideatrice della rassegna, e si avvale della direzione artistica dei registi Chiara Andrich e Andrea Mura e della direzione scientifica di Gabriella D’Agostino, docente di Antropologia culturale nell’Università di Palermo.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI