PROMOZIONI

HomeMagazineCulturaTeatro

Un cadeau per i nostri lettori: sconto del 40% per abbonarsi alla Stagione del Biondo

Per aderire alla promo basta inviare una mail entro martedì 29 ottobre. Riceverete una conferma con tutte le indicazioni per acquistare da subito l'abbonamento al botteghino

Balarm
La redazione
  • 22 ottobre 2019

Una scena dello spettacolo "Esodo" di Emma Dante

Una cartellone ricco di eventi con 34 spettacoli (13 in più della scorsa Stagione), distribuiti tra Sala Grande, la Sala Strehler e il Teatro Montevergini che riapre al pubblico.

La nuova Stagione 2019/2020 del Testro Biondo di Palermo, che porta la firma del nuovo direttore Pamela Villoresi (guarda qui tutto il nuovo cartellone), è una dichiarazione d'amore non solo verso il palcoscenico ma anche verso la città, la Sicilia ma forse si spinge anche oltre: verso l'umanità intera. Lo dichiara già negli intenti col nuovo titolo: "Traghetti".

PROMO BALARM. In collaborazione esclusiva con il Teatro Biondo, Balarm offre ai lettori la possibilità di abbonarsi alla nuova Stagione teatrale con uno sconto del 40% (sul costo intero dell'abbonamento) dal secondo settore in poi per i turni di martedì sera alle alle ore 21, venerdì pomeriggio alle ore 17.30 e sabato alle ore 19.

Per ottenere lo sconto sui 30 abbonamenti disponibili è necessario inviare una mail all'indirizzo promozionale@teatrobiondo.it entro le ore 13.00 di martedì 29 ottobre, specificando all'interno del messaggio "PROMO ABBONAMENTO TEATRO BIONDO" e i nomi e cognomi (quindi anche più persone) di coloro che desiderano acquistare l'abbonamento scontato.

Riceverete quanto prima una conferma con tutte le indicazioni necessarie per acquistare fin da subito l'abbonamento scontato direttamente al botteghino del Teatro Biondo.

Si comincia il 25 ottobre con "Esodo", tratto da Emma Dante dall'Edipo Re di Sofocle, e molte sono le riscritture come "Sei" di Spiro Scimone, ispirato al testo rivoluzionario di Pirandello. "Finale di partita" di Beckett è in scena a novembre, mentre dal 6 dicembre va in scena l'ultima grande opera di Pirandello, "I giganti della montagna", diretto e interpretato da Gabriele Lavia.

A fine anno è previsto un omaggio a Leonardo da Vinci, nel Cinquecentesimo anniversario della morte. Ad aprile lo storico "Arlecchino, servitore di due padroni", regia di Strelher. E si chiude a maggio con "Bengala a Palermo", spettacolo di musiche e di danza che coinvolge la comunità bengalese.

Tra gli spettacoli di punta: Mariano Rigillo con "Erano tutti miei figli" di Miller e tra quelli in sala Strehler "La creatura del desiderio" di Andrea Camilleri, dedicata ad Alma Mahler e "Viva la vida" che vedrà la stessa Villoresi in scena, nel ruolo di Frida Kalo.

ARTICOLI RECENTI