RICETTE

HomeMagazineFoodRicette

Una semplice ricetta dal nome irrispettoso: alle lasagne "cacate" non si può resistere

A Palermo, le lasagne "cacate", sono il piatto tradizionale del giorno di Capodanno ma la ricetta di origine modicese è buona in ogni stagione. Prepariamole insieme

Balarm
La redazione
  • 12 luglio 2020

Un piatto di lasagne "cacate" con ragù e ricotta di pecora

Le lasagne con ragù e ricotta di pecora sono una semplice ricetta diffusa principalmente nell'area di Modica, in provincia di Ragusa, ma molto nota anche nella Sicilia occidentale.

Un piatto ricco e prelibato conosciuto con il nome di "lasagne cacate" per l'abbondante condimento che viene fatto cadere dall'alto.

Il piatto può essere utilizzato tutto l'anno, ma è obbligatorio per Capodanno, perché come dice il proverbio: "Pi capu d'annu lasagni cacati e tino a cannata bon sangu fannu pri tutta lannata".

Per preparare le lasagne cacate occorrono i seguenti ingredienti:

- 500 gr di farina bianca;
- 4 uova intere;
- 300 gr di ragù;
- 250 gr di ricotta di pecora fresca setacciata;
- 50 gr di pecorino grattugiato (o ricotta salata);
- sale;
- pepe.

Procedimento:

iniziate impastando la farina con le uova intere e un pizzico di sale sciolto in acqua tiepida; la pasta così ottenuta va stesa sullo spianatoio e tagliata in listarelle di tre - quattro centimetri di larghezza che farete lessare in acqua moderatamente salata.

Intanto preparate un normale ragù con 200 gr di carne di manzo tritata e due rocchi di salsiccia liberati dal budello. Lessate al dente le lasagne in acqua moderatamente salata e versatele nel tegame del ragù e cospargete di ricotta ed insaporite con pepe nero appena macinato.

Mescolate energicamente e terminate con il pecorino grattugiato oppure a piacimento con la ricotta salata. Servite e gustate.

ARTICOLI RECENTI