INIZIATIVE

HomeMagazineLifestyle

Viaggio virtuale nella Sicilia che fu: online su Google le antiche cartoline del Touring Club

Da Palermo a Catania per valli e città: nelle cartoline del Touring Club si possono ammirare luoghi irriconoscibili prima dell'edilizia selvaggia dei palazzi multipiano

Balarm
La redazione
  • 10 aprile 2018

L’idea è del Touring Club che in collaborazione con Musicart e Google Arts&Culture ha digitalizzato una raccolta di quasi 6mila cartoline storiche.

La cartolina va, quindi, in rete e ci riporta nel passato (se vuoi farti un viaggetto all'indietro guardale tutte a questo link di Google). Sulla piattaforma di Google Art dedicata all’iniziativa sono tante le collezioni che ci portano a conoscere la Sicilia come era una volta.

Insomma, è un vero e proprio viaggio 2.0 tra alcuni tesori dell’isola realizzato grazie alle tecnologie messe a disposizioni dal colosso web più visitato al mondo.

Un archivio prezioso che l’associazione Touring Club ha voluto diffondere per far rivivere il territorio come era tanti anni fa, quando non c’erano i social.

Nelle cartoline, quasi tutte in bianco e nero, si possono ammirare piazze irriconoscibili, quasi vuote senza scooter né automobili ma con carrozze, senza palazzi dai tanti piani ma ancora con le ville nobiliari.

Monumenti e siti storici che a guardarli oggi si fa fatica a riconoscerli. E ancora si possono guardare le rovine della Valle dei Tempi, il Duomo di Monreale, la Cappella Palatina di Palazzo dei Normanni di Palermo, le città di Siracusa, di Messina e Ragusa, la via Etnea di Catania, lo stabilimento termale di Sciacca, il teatro antico e il duomo di Taormina.

Curiosità: una collezione è dedicata anche al paesino nisseno Mussomeli e al suo castello chiaramontano. E tra le cartoline trova uno spazio pure Guglielmo II di Sicilia.

ALTRE GALLERY