SOCIETÀ

HomeMagazineSocietà

"Wearegenio": il crowdfunding tra arte, storia e turismo

La campagna di crowdfunding "Wearegenio" mira a raddoppiare le maioliche della Casa Museo Stanze al Genio di Palermo, una delle più grandi e antiche al mondo

  • 13 luglio 2015

La maiolica è un'arte che esiste a Palermo sin dal decimo secolo e che dal 2008 ha ricevuto un giusto riconoscimento con l'istituzione della Casa Museo Stanze al Genio in cui si possono ammirare ben 2.648 pezzi. Nel video realizzato in occasione della campagna di crowdfunding "Wearegenio" Pio Mellina, cofondatore dell'associazione e inquilino della casa museo, racconta gli obiettivi della raccolta fondi mostrando l'enorme potenziale della casa.

Per raggiungere l'importante e prestigioso traguardo di raddoppiare la collezione è stato creato un sito dedicato al progetto inaugurato dall'aperitivo di presentazione dell'iniziativa "Adotta una maiolica" grazie alla quale sono già stati raccolti 1.113 euro dei 20.000 previsti per ridonare all'appartemento storico il suo antico splendore. Come spiega Eleonora Lo Iacono, portavoce dell'iniziativa il progetto è molto importante perché legherà ancora più strettamente i palermitani al loro tesoro di ceramica.

L'obiettivo, infatti, è coinvolgere i cittadini nell'ampliamento della raccolta che arriverebbe così a 5.000 esemplari, la metà dei quali ancora in attesa di restauro, che raccontano 400 anni di manifattura della ceramica e che, come sottolinea Mellina, costituiscono una delle principali attrazioni turistiche di Palermo.

Partendo da una donazione minima di 5 euro (visualizza qui il sito per donare) si ha la possibilità di adottare una maiolica e contribuire attivamente al restauro della casa museo, conquistando anche la possibilità di vedere il proprio nome riportato sul retro del supporto ligneo della mattonella adottata.

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

VIDEO RECENTI