BANDI E OPPORTUNITÀ

HomeInformagiovaniBandi e opportunità

500mila euro per progetti di turismo rurale sostenibile: come partecipare al bando di GAL Madonie

Se sei un imprenditore agricolo è il bando giusto. L'obiettivo è quello di sfruttare la crescente richiesta di turismo rurale e dunque realizzare interventi di microricettività diffusa. Come partecipare e i termini

Balarm
La redazione
  • 11 maggio 2021

Iniziamo subito con lo spiegare cosa significa e dunque cosa è il GAL: è l'acronimo di Gruppo di Azione Locale, è uno strumento promosso dall'Unione Europea per sviluppare piani e programmi di interventi dedicati allo sviluppo e al miglioramento socio-economico delle comunità rurali.

I GAL sono raggruppamenti di partner pubblici e privati che rappresentano sia le popolazioni rurali, attraverso la presenza di enti pubblici territoriali (comuni, province e comunità montane), sia le organizzazioni degli operatori economici presenti nel territorio.

COSA FA IL GAL
Il compito principale dei GAL è elaborare e attuare una Strategia di Sviluppo Locale (SSL) di tipo partecipativo, attraverso la sperimentazione di nuove forme di valorizzazione del patrimonio naturale e culturale, di potenziamento dell'economia locale, in modo da creare posti di lavoro e migliorare la capacità organizzativa delle rispettive comunità. Tutto ciò viene sostenuto da uno o più fondi europei. Il principale fondo europeo di riferimento è il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo sviluppo rurale (FEASR)



Andiamo al Gal Isc Madonie, oggetto di questo articolo. È un'associazione di promozione sociale senza finalità di lucro, iscritta nel registro delle persone giuridiche private, costituitasi nel 1998 per promuovere lo sviluppo del territorio rurale di riferimento.

Sono soci del Gal tutti gli enti locali del territorio rappresentato, oltre tutti i principali attori coinvolti nello sviluppo territoriale (Agenzia di sviluppo, associazioni di categoria, associazioni di produttori, enti no profit etc.).

Il Gal Moadonie ha pubblicato un nuovo bando finalizzato alla realizzazione di interventi di microricettività diffusa e sostenibile che incentiva la nascita di imprese extra agricole e di nuovi posti di lavoro rafforzando l'offerta turistica con la creazione di strutture di accoglienza e servizi.

Gli investimenti riguardano anche attività imprenditoriali che si occupano della promozione e la diffusione di attività destinate ad incrementare il livello e la qualità di servizi per il turismo quali guide, servizi informativi, investimenti in strutture per attività di intrattenimento e divertimento e per attività di ristorazione.

L'obiettivo è quello di sfruttare la crescente richiesta di turismo rurale, anche internazionale, intercettando un target sempre più esigente, dotando il territorio di nuovi prodotti e servizi anche in relazione all’affermarsi di una cultura salutistica con conseguenti opportunità lavorative ed imprenditoriali nei settori dell’eco-turismo, dei centri benessere, delle strutture ricreative e culturali, delle aree naturalistico protette, delle fattorie sociali e didattiche.

La presenza del Parco Regionale delle Madonie, come elemento attrattivo comune, nonché di numerosi siti Natura 2000 e Riserve naturali, centri storici e strutture potenzialmente vocate alla ricettività extra alberghiera (bagli, borghi rurali, etc…) incoraggia la creazione di servizi di ospitalità diffusa.

La dotazione finanziaria del bando e a chi si rivolge
È di quasi 500 mila euro atti a sostenere la realizzazione di 6 progetti di impresa mediante un contributo in conto capitale pari al 75%. Ai finanziamenti potranno accedere gli agricoltori (imprenditori agricoli) che intendono diversificare le loro attività, i coadiuvanti familiari, le ditte individuali e le microimprese.

L’operazione inoltre vuole favorire anche il mantenimento della popolazione rurale attiva e l’inversione di tendenza allo spopolamento dei territori rurali che sta portando alla perdita del patrimonio culturale, delle arti, dei mestieri e alla scomparsa di alcune produzioni tipiche locali.

Interventi ammissibili
Sono compresi anche la ristrutturazione, recupero, riqualificazione e adeguamento di beni immobili strettamente necessari allo svolgimento esclusivo delle attività di B&B e delle altre attività previste per le imprese extra agricole; interventi nel campo dei servizi di guida ed informazione finalizzati alla fruibilità di musei e beni culturali, di guida ed accompagnamento nella visita turistica di beni paesaggistici, riserve, parchi ed altri elementi naturali; interventi in strutture per attività di intrattenimento, divertimento e ristorazione e tante altre opportunità come elencate nel bando pubblicato sul sito del Gal Madonie.

Gli interventi realizzabili consentono il recupero delle identità del territorio attraverso la valorizzazione delle produzioni locali con riferimento al turismo sostenibile.

La scadenza per la presentazione dei progetti è fissata al 26 luglio 2021. Tutte le informazioni possono essere reperite sul sito web del GAL ISC Madonie

Requisito imprescindibile per poter partecipare è quello di avere la sede operativa della propria ditta in uno dei comuni che fanno parte del GAL ISC Madonie.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI