CINEMA

HomeMagazineCulturaCinema

A lei che lasciò il segno rinunciando alla vendetta: un "Fiore di maggio" per Felicia Impastato

L'emozionante corto cinematografico è stato trasmesso in anteprima lo scorso 5 gennaio, in occasione del compleanno di Peppino, da Radio Cento Passi

Balarm
La redazione
  • 12 febbraio 2021

«Nessuno è invincibile, specie se fa uso della violenza. E chi vuole a tutti i costi apparire invincibile agli occhi di tutti, non sempre lo è».

È con questo obiettivo che un gruppo di artisti indipendenti guidati da Francesca Licari ha messo in piedi un emozionante corto cinematografico dedicato a Felicia Impastato, mamma di Giuseppe, ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978.

"Fiore di maggio" è il titolo del video che è stato trasmesso in anteprima lo scorso 5 gennaio, in occasione del compleanno di Peppino, da Radio Cento Passi.

«Ho scritto "Fiore di maggio" per ricordare una grande donna, che ha lasciato un segno nella storia - spiega Francesca Licari -. Felicia ha perso il marito e il figlio, entrambi uccisi dalla mafia e, seppur appartenendo anche lei ad una famiglia di mafiosi, ha rinunciato alla vendetta, non solo affidandosi alla giustizia, ma ha avuto anche il coraggio di denunciare l’assassino dei suoi cari, pur sapendo del rischio che correva e dell’omertà che la circondava».

Il corto “Fiore di maggio” è una pièce dell’opera teatrale che verrà portata in scena appena possibile.

«Il nostro lavoro, autofinanziato, è stato realizzato con pochissimi mezzi e fra tante difficoltà, ma con la certezza di aver toccato il cuore di chi ha avuto la possibilità di visionarlo», aggiunge.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

VIDEO RECENTI