ESCURSIONI

HomeMagazineTurismo

Alla scoperta di Sant'Elia: il più piccolo e romantico dei borghi marinari siciliani

Si trova a venti minuti d’auto dal caos della città: un luogo d'incanto con spiaggette, luci soffuse, barche dei pescatori e aperitivi romantici da prendere sotto la luna

Dario La Rosa
Giornalista
  • 3 agosto 2018

La piccola costa di Sant'Elia, a venti minuti da Palermo

Luci soffuse, la luna che illumina l’acqua del mare e le barchette che splendono colorate anche di notte. È la bellezza di un luogo romantico all’ennesima potenza che si trova a due passi da Palermo e che di nome fa Sant’Elia.

Frazione del Comune di Santa Flavia, il borgo marinaro è a venti minuti d’auto dal caos della città, il tempo giusto per resettare il cervello dalla stanchezza quotidiana e lanciarlo in una dimensione di silenzio, carezze delicate e promesse col suono di un bacio.

È tutto qui: una rocca rocciosa, una spiaggetta ed una casa sull’acqua che sembra l’avamposto di un’isola da illuminare con un faro. Bastano queste cose a rendere questo luogo un incanto. Il resto lo fa l’atmosfera che si crea dopo il tramonto.

Non c’è solo la notte, comunque. Anche di giorno non mancano le occasioni per innamorarsi di questo luogo composto da una manciata di palazzine.

La roccia che sovrasta la punta della spiaggia crea infatti una conca lambita dal mare e protetta da quattro case che affondano le fondamenta nella sabbia.

Uno spettacolo che fino a qualche anno addietro si colorava in inverno anche di un particolare presepe sottomarino.

Per andarci, scegliete l’uscita autostradale di Bagheria, poi seguite le indicazioni per Porticello, non vi sarà difficile arrivare.

Ma torniamo alla notte e ai suoi profumi. Un paio di bar, d’estate, offrono la possibilità di un aperitivo comodamente seduti, oppure potete scegliere di rimanere lì, sulla sabbia, a godervi lo spettacolo offerto dalle barche dei pescatori della vicina Porticello - ne abbiamo parlato a proposito dei luoghi in cui trovare pesce fresco (ecco i posti segreti in cui i palermitani comprano le cose buone) che navigano verso il punto di pesca.

Calata la sera, tutt’intorno si colorerà di giallo soffuso, del suono tenue delle onde e di quel profumo che solo l’acqua di mare sa regalare ai suoi amanti.

articoli recenti