SOLIDARIETÀ

HomeMagazineSocietàAttualità

Andrà tutto bene se nessuno resta indietro: un video racconta la solidarietà a Ballarò

Il Cesvop (Centro di servizi per il volontariato di Palermo) ha prodotto un documentario realizzato da Nino Sabella che ha seguito i volontari per un giorno

Alessia Rotolo
Giornalista
  • 18 aprile 2020

Da quando è partito il lockdown nel quartiere Albergheria di Palermo si è subito attivata una grande macchina della solidarietà. La prima cosa che i volontari di Sos Ballarò hanno fatto è dare avvio ad una campagna di raccolta fondi "Un banco del sorriso a Ballarò", grazie alla quale sono riusciti a supportare la Caritas per l'acquisto della spesa che hanno distribuito - e continuano a farlo - a 400 famiglie.

Per la domenica di Pasqua è stato distribuito il pranzo a 1.200 persone, e, non si sono trascurati i bambini che in questo momento sono costretti a casa e per chi ha pochi strumenti o nessuno, è davvero dura. Il Cesvop (Centro di servizi per il volontariato di Palermo) ha realizzato questo documentario realizzato da Nino Sabella che ha seguito i volontari per un giorno.

«La campagna di raccolta fondi continua, - dice Valeria Leonardi di Sos Ballarò - gli aiuti da parte delle istituzioni sono totalmente insufficienti, ma qui troppa gente viveva alla giornata e non ha risparmi. Andrà tutto bene se nessuno sarà lasciato indietro, altrimenti sarà un disastro sociale. Chi può continui a sostenere la campagna».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

VIDEO RECENTI