INIZIATIVE

HomeMagazineSocietàAttualità

Antichi, identitari e tradizionali: altri nuovi riconoscimenti di "Negozi Storici di Palermo"

Un negozio storico è un monumento vivo, rappresenta la conoscenza tramandata da generazioni di cura, esperienza, cultura: uniti sono la memoria di un intero territorio

Balarm
La redazione
  • 18 novembre 2019

Trentasette imprese di Palermo e provincia hanno ricevuto il riconoscimento di "Negozio Storico" al Grand Hotel Borsa domenica 17 novembre: un riconoscimento che va a quelle attività che hanno almeno cinquant'anni di vita e che "nel tempo hanno conservato la loro identità gestionale e la loro sede e hanno avuto la capacità di rinnovarsi per resistere sul mercato senza tuttavia perdere il legame con la tradizione".

Questi 37 esercizi si aggiungono ad altri cinquanta "Negozi Storici di Palermo" che si sono fregiati del titolo durante una grande festa nel giugno del 2018 (guarda il video).

Per ottenere il riconoscimento di "Bottega Storica" un esercizio deve avere le seguenti caratteristiche: essere in esercizio da cinquant'anni (anche non continuativi) con la conservazione della medesima merceologia ed insegna, mantenere la stessa gestione nonché sede fisica (se in sedi diverse è necessario il mantenimento delle predette caratteristiche) che presenti caratteristiche architettoniche di interesse tipologico ed architettonico, che sia in un edificio e in un contesto urbano di particolare interesse storico, che conservi, almeno parzialmente, gli elementi di arredo originali.

L’iniziativa è di Confcommercio Palermo insieme alla Fondazione Salvare Palermo, all’associazione Cassaro Alto, al progetto Policoro di Palermo e alla cooperativa Terradamare e con il patrocinio del Comune che consegna ai titolari delle attività imprenditoriali anche la "tessera preziosa del mosaico Palermo".
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI