NIGHTLIFE

HomeMagazineLifestyle

Bevi con Costanza i drink rainbow: la dedica dei bartender di Palermo al Pride 2019

Sono drink ispirati a personaggi, storie, eventi e fatti che in qualche modo hanno segnato la storia del Movimento Lgbt avvolgendo tutte le realtà arcobaleno.

  • 22 giugno 2019

Un vortice arcobaleno avvolge anche il mondo della mixology, dalle strade della città ai banconi dei bar i cocktails sfoggiano fieri il loro “orgoglio” sfilando sui banchi dei locali: dedica di alcuni bartenders palermitani al Palermo Pride 2019, orgoglio tutto da bere.

Omaggio originale quello che arriva dal mondo del bere studiato in occasione della parata del Pride 2019 che si svolgee venerdì 28 giugno per le strade principali della città.

Evento che quest’anno è particolarmente sentito, perché ricade il cinquantesimo anniversario dei moti di Stonewall avvenuti il 28 giugno del 1969, quando un gruppo di omosessuali, uomini e donne, assidui frequentatori del pub Stonewall Inn di New York si ribellarono alle politiche oppressive delle forze dell’ordine contro l’oppressione e la discriminazione nei loro confronti.

Quella stessa data dell’anno successivo per commemorare la rivolta che segnò la storia dei diritti omosessuali le vie di Manhattan furono attraversate dalla prima “Pride Parade”, la “Parata dell’Orgoglio”.

Al fianco del corteo che veste le strade della città con tutti i colori dell’arcobaleno, questa volta, per la prima volta, marciano sui banconi dei bar i cocktails creati per l’occasione con una dedica speciale alla battaglia per diritti omosessuali.

Sono drink ispirati a personaggi, storie, eventi e fatti che in qualche modo ne hanno segnato la storia avvolgendo tutte le realtà arcobaleno.

Ecco i Pride’s Cocktails che l’estro "rainbow" dei bartenders ha creato ispirato dall’occasione, disponibili già da oggi.

Da Locale troviamo il "Mary come Marilyn": cocktail a base di vodka, mix di rosoli alle nostre erbette (finocchietto, alloro e rosmarino), succo di pomodoro, Bloody Mary mix (sale, pepe, paprika, peperoncino), carboni attivi, worcestershire sauce, tabasco, succo di limone, spuma alla barbabietola, per finire ortaggi essiccati di stagione come side.

Un drink rosanero in memoria di uno dei primi riferimenti cinematografici all’omosessualità nella Palermo degli anni Novanta.

Da Mak Mixology c'è il "None Wild Side", drink a base di gin Monkey47, liquore al bergamotto, sciroppo ai frutti rossi e pepe sichuan, succo fresco di limone, gocce di peychaud bitter, albume ed essenza al bergamotto. Dolce, fresco e floreale, delicatamente colorato di rosa pallido e decorato con una violetta edibile, un omaggio all’amore puro in qualunque forma esso si manifesti.

Il Bar Garibaldi e Chimica 40 hanno ideato "One Love", il cocktail si ispira alla figura della poetessa e scrittrice statunitense Audre Lorde di New York, nata da genitori di origine caraibica. Si dichiarò apertamente lesbica sfidando razzismo, classismo ed omofobia.

Il drink unisce i sapori e i profumi tropicali con una nota siciliana, è a base in rum Havana 3 che si accosta armoniosamente al nettare di mango e succo di guava, succo di lime, sciroppo di zucchero integrale, fiori di gelsomino e menta a profumare il tutto. Guarnito con una scia di fiori di gelsomino essiccato attorno al bicchiere.

Da Goccio invece c'è "FloveR", un arcobaleno di coloratissimi fiori edibili essiccati che si posa sul bicchiere, inno all’amore e a tutte le sue diverse sfaccettature con la vivacità dei colori del Pride. Si tratta di un cocktail sour che esiste in due versioni, on the rocks (con ghiaccio) e in coppetta. Un drink a base di gin siciliano Insulae, liquore al lychee, liquore alla zagara, succo fresco di lime, sciroppo di zucchero e olii essenziali agli agrumi. Qui le note floreali si fondono con i sentori agrumati.

Da Basoli ecco il "Basoli’s Rainbow", se il Cosmopolitan è il cocktail più amato dalle donne, la rivisitazione qui proposta, servita in coppa Napoleone, non ha etichette e si lascia amare da tutti indistintamente per il sapore intenso e deciso in un perfetto equilibrio tra dolcezza e acidità. Dedica perfetta ad una giornata all’insegna dell’amore.

Drink a base di vodka, cointreau, succo di lime, succo fresco di mango e frutti rossi, cramberry syrup, ultimato con mango e frutti rossi freschi e spolverata di zucchero a velo.

Al Mazzini 30 il "Sensation Pride", una sensazione d’orgoglio fin dal primo sorso, una dedica alla sensazione di libertà che si prova nell’esprimere se stessi e il modo di amare chi e come meglio si crede. Drink a base di rum Veritas, succo di lime, sciroppo di lemongrass, albume, essenza di rosa, foglia di menta, guarnito con palline di zucchero colorate ovviamente nei colori dell’arcobaleno.

Non poteva mancare il contributo dell’Exit, punto di ritrovo della comunità Lgbt di Palermo sin dagli anni ottanta. Il cocktail proposto si chiama "Crazy Dorothy", in omaggio a Judy Garland bambina nel Mago di Oz, film cult la cui colonna sonora "Over the rainbow" è diventata un inno della comunità.

Qui la granatina nel bicchiere riempito di ghiaccio accoglie il succo d’arancia, la vodka e il blu curaçao.

ALTRE GALLERY